”E’ tempo di pensare..”L’ultimo progetto di musica impegnata correlato di video di Agnese Ginocchio

“E’ tempo di pensare..”L’ultimo progetto di musica impegnata correlato di video di Agnese Ginocchio
Pubblicato su internet il video che accompagna il brano composto della cantautrice e attivista per la Pace Agnese Ginocchio (Arrangiamenti e cori a cura del M° Niki (Nicola) Saggiomo ) dal titolo: ” E’ tempo di pensare..”, un forte messaggio contro ogni forma di manipolazione delle coscienze che corrompe il cuore umano portandolo alla distruzione e all’annientamento di tutto ciò che è umanità. Il brano è stato composto durante il periodo di quarantena. Nel video fotogramma che richiama il libro “Riace. Musica per l’Umanità”. Un carosello di immagini che descrivono come un libro aperto l’impegno della cantautrice nel corso degli anni. Tra i fotogrammi anche il Vescovo Nogaro e George Floyd. Composto in occasione della 1a Giornata Internazionale delle Coscienze indetta dall’ONU ricorsa il 5 aprile 2020, il brano della cantautrice attivista per la Pace Agnese Ginocchio impegnata da anni sui percorsi educativi della Pace, dei diritti di ogni uomo e di Madre Terra, e che lavora anche con le scuole nell’ambito di progetti educativi su queste tematiche fondanti, è maturato nel periodo di ” quarantena” causato dall’epidemia del Coronavirus che ha colpito il mondo. Un carosello di immagini come un libro aperto, dove scorrono tanti volti, che descrivono solo una parte dell’impegno della testimonial per la Pace Un invito a pensare seriamente sull’andazzo del nostro tempo e a coglierne i messaggi eloquenti che ci pervengono dalla Natura, di fronte ai quali come uomini siamo impotenti. “Se si continua di questo passo non ci sarà scampo. Occorre pensare seriamente che non si può più far finta di nulla. Dove stiamo andando? Quante e quali violenze affliggono l’umanità? Su cosa dovremmo cambiare nella nostra vita e nei nostri rapporti per superarle? Cosa sta succedendo in Italia e nel mondo?”
I livelli di corruzione sono tali da aver scatenato l’ira della Natura. Ecco i disastri ambientali, i roghi nel cuore del mondo (Foresta amazzonica, Australia…) che stravolgono l’ecosistema, le guerre, le migrazioni, le mafie, le “lotte per potere” di fronte alle quali si è disposti anche a vendere l’anima al diavolo ammazzando ed annientando tutto ciò che impedisce il raggiungimento del dominio totale, ovvero la manipolazione delle coscienze e si riduce l’essere a un mostro capace di stravolgere e di distruggere tutto ciò che è vita. Così l’uomo che si lascia possedere da questo dominio diventa “mercante di morte” capace di avvelenare con il virus della corruzione. “NO” alla tentazione della manipolazione delle coscienze” ! Questo’ è il forte inciso contenuto nel ritornello sempre “crescente” , dove viene espressa ferma negazione a ogni forma di “manipolazione delle coscienze” che impedisce all’essere umano di pensare e di agire ” insieme” nel benessere della comunità e di impegnarsi infine per l’affermazione della Pace, dalla quale dipende il futuro del Pianeta, e quindi la risoluzione a ogni problema che affligge l’umanità. L’inciso ricorda e vuole fare eco anche all’ammonimento recente di Papa Francesco avvenuto proprio durante la veglia di preghiera in Piazza San Pietro (19 Marzo 2020 festa di S. Giuseppe) davanti al miracoloso Crocifisso esposto solennemente per invocare la liberazione dalla pandemia del Coronavirus ( lo stesso Crocifisso che fu esposto solennemente per invocare la liberazione dalla pandemia della peste che colpì il mondo durante gli anni ’30 del XIV secolo) e di tutte le “pandemie malefiche” che colpiscono il cuore dell’uomo da cui prendono origine i pensieri e ogni sorte di corruzione che deturpa e offusca la voce della coscienza. Dunque un INVITO a pensare seriamente sull’andazzo del nostro tempo e a recuperare il tempo perduto per ritornare ad esaminare le nostre coscienze e di adeguare il nostro agire e i nostri rapporti umani (dunque le nostre leggi, la nostra economia e la strutturazione delle nostre società) a quello che davvero conta per ciascuno di noi, niente garantisce che domani sarà migliore di ieri e oggi. Quale futuro? Alcune scene del video che accompagna il brano, abilmente arrangiato dal M° Niki (Nicola Saggiomo) di Napoli ( presente anche in un fotogramma), sono state girate proprio nel giorno in cui è ricorso il 28° anniversario della Strage di Via D’Amelio ( 19 Luglio 2020), presso il “Giardino della Pace e della Memoria” in Alife (Caserta) dov’è presente l’Albero della Pace dei 100 anni della grande guerra ( che fu piantato durante la 1a ed.ne dello storico passaggio della “Fiaccola della Pace”), la “Panchina della Pace e della Nonviolenza” ( contro tutte le violenze di genere e i femminicidi) che compare nel video, e dove è stato inaugurato lo scorso anno l’Albero di magnolia dedicato alla memoria dei giudici antimafia Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, e agli agenti delle scorte deceduti durante le due stragi mafiose di Capaci e di Via D’Amelio, in omaggio verso Uomini Eroi dell’umanità, verso i quali siamo debitori per sempre, che lottarono con forte determinazione la corruzione facendo emergere verità e giustizia, senza mai farsi intimidire dalle continue minacce di morte. Altra scena del video girata nell’area del Castello Medioevale “Rupecanina” situato nel Comune di S. Angelo d’Alife (Caserta), da dove si può ammirare l’intero panorama dei Monti del Matese. Per visualizzare il video ( dove si può leggere la didascalia completa delle immagini che lo compongono) collegarsi al seguente link: https://youtu.be/WMP4VoZjqGQ o sulla pagina pubblica Fb di A. Ginocchio: https://www.facebook.com/agneseperlapace/posts/2711361852296731?__tn__=K-R

E’ tempo di pensare..(No alla manipolazione delle coscienze) Video che accompagna il brano dal titolo “E’ tempo di pensare…” (Musica e testo di Agnese Ginocchio, cantautri…

E” tempo di pensare..( No alla manipolazione delle coscienze)

E” tempo di pensare..( No alla manipolazione delle coscienze)
E” tempo di pensare..( No alla manipolazione delle coscienze)

(Eventualmente se si può inserire questa seconda parte)
Segue didascalia del video. Nel video ancora fotogrammi che descrivono come un libro aperto, l’impegno della testimonial per la Pace nel corso degli anni con il Movimento per la Pace, gli incontri con giovani ( Benedetta, Mario e Alexandra), gli autorevoli amici attivisti ( Sergio Vellante, Fausto Iannelli, Rosario Cosimo, Giosuè Belluomo, Ulrico Isernia, Aldo Altieri, Rosa Maria Clemente, Stefano Angelone, Norma Naim e Francesco Silvestre, il gruppo “Speranza per Caserta” e ancora Giovanni Esposito della Rete Radiè Resch della Pace; gli amici giornalisti Tilde Maisto, Mattia Branco e Raffaele Raimondo; il giovane attore Alfredo Arciero con i nonni Antonietta e Alfredo Arciero senior, il compianto amico Gaetano Cuomo durante la Marcia per la Pace in S. Angelo d’Alife ( nel decennale attentato Torri Gemelle – 11 Settembre 2011, Gaetano stava declamando l’appello di Pace diretto alle coscienze) e Testimoni di Pace fra cui l’emerito Vescovo Raffaele Nogaro, Suor Rita Giaretta ed il magistrato Carlo Carmosino, Padre Michele Santoro ed altri autorevoli amici del gruppo fra cui il Dott. Antonio Malorni e la prof.ssa Anna Giordano. Ancora alcune delle manifestazioni della “Fiaccola della Pace” con le scuole (e con Mimmo Marzaioli referente di “Agende Rosse”, i soci del Movimento per la Pace: Gino Ponsillo, Rosa Arbolino, Daniela Truocchio, Pina Cirella, Paolo Mesolella, Rosanna Bianco, Assunta Adriana Roviello, Francesco Paolo Casale, Luca Antropoli, Anna Cristina Campofreda..); “Stop Biocidio” ( Carmen Medaglia ed il Comitato Fuochi Marcianise con Pierino Gentile), “No al 5G (Comitato Raviscanina presieduto dalla Dott.ssa Maria Gioia Tomassetti, nel fotogramma compare anche il Presidente di Legambiente Caserta Nicola D’Angerio)”, Bandiera della Pace su Monte (amici della Montagna con Sergio Mellucci, Aldo Gobbo e Concetta Moscatiello) e a Bocca della Selva ( Carlo Pastore del CAI e l’atleta Antonio Alfano), con Padre Daniele Moschetti dei Missionari Comboniani di Castelvolturno (Ce), con Padre Alex Zanotelli in piazza S. Pietro a Roma per il “Digiuno di Giustizia”, la giornalista Luisa Stifani dell’ Ass. L’Impronta l’Aquila, Giovanni Sarubbi Direttore de Il Dialogo e lo scrittore impegnato sui percorsi di Pace e nonviolenza Raffaello Saffioti. Manifestazione dell’inaugurazione della “Panchina della Pace” in Alife ( durante la Fiaccola della Pace anno 2018) con il Comandante Generale dei Corpi Sanitari Internazionali Alessandro Della Posta, i genitori di Stefania Formicola martire di femminicidio, la criminologa Antonella Formicola, la delegata alla Pace del Comune di Marzano Appio Rossana Carcieri. il Presidente dell’Associazione Reduci e Combattenti Raffaele Civitillo, con una delegazione della sezione matesina fra cui MImmo Civitillo. Albero della Pace in Piedimonte Matese con la delegata comunale all’Istruzione Pasqualina Masella, il sign. Alfonso Ricigliano, la prof.ssa Netta Antonucci e la cara amica commerciante solidale Petronilla Colucci che ha donato l’albero di oliivo dedicato ai crimini ambientali. Fotogramma del libro: “Riace. Musica per l’Umanità” (ed.ni Mimesis) che contiene anche un contributo-intervista ad Agnese Ginocchio, il libro si può reperire in tutte le librerie italiane e su internet, a cui segue quello dell’incontro con gli autori e giornalisti antifascisti impegnati sui percorsi di Pace e di nonviolenza: Laura Tussi e Fabrizio Cracolici, con i musicisti impegnati antifascisti Renato Franchi e Gianfranco D’Adda ( che fanno parte anche del libro) avvenuto nel mese di agosto 2019 presso il Circolo ANPI di Rescaldina(MI). Fotogrammi delle guerre in Siria e Israele-Palestina, fotogrammi dei naufragi dei migranti, il piccolo Ālān Kurdi ( inizialmente riportato con il nome Aylan), il bambino naufrago con la pagella, la Comandante della Sea Watch “Carola”, la giornalista Ilaria Alpi uccisa a Mogadiscio con il suo cineoperatore Miran Hrovatin; entrambe rappresentano il simbolo di coraggio, di resistenza e del trionfo del bene sul male; la Croce in memoria dei migranti morti durante i cosiddetti “viaggi della speranza”cge fu esposta al’ingresso della chiesa di S. Pasquale in Marcianise(CE). Il “Segnavia della Fiaccola della Pace” con la presenza di alcuni delegati dei Comuni fra cui l’Assessore Florinda Marsella (Ailano), Assessore Maria Natale (San Niciola La Strada), Difensore dell’ infanzia Giovanna Del Vecchio ( Piedimonte Matese), Assessore Pina Pascale (Gioia Sannitica), Assessore e D.S. Nicolino Lombardi (San Potito Sannitico), Sindaco di Alife M.Luisa Di Tommaso e diversi dirigenti scolastici che organizzarono lo storico evento con la scuola da loro diretta: Mario Grillo ( I.C. Ailano-Raviscanina), Vincenzo Italiano (I.C. Capriati al Volturno), Assunta Adriana Roviello, Maria Martucci (I.C. Calvi Risorta), Carla Piscopo ( delegata IC Grazzanise-S. Maria La Fossa), Monica Pacelli (delegata I.C. Alife). In un fotogramma compare la maestosa Croce della Pace; Manifestazione “Black Lives Matter” in memoria di George Floyd “J cant’t breathe”; a seguire il calciatore Henry (ex attaccante francese, e oggi allenatore del Montreal Impact) nell’ onorare la memoria di George Floyd all’inizio della partita è rimasto inginocchiato per 8 minuti e 46 secondi, il tempo durante il quale l’afroamericano Floyd è rimasto vittima del soffocamento del poliziotto di Minneapolis colpevole della sua morte. Ancora fotogrammi tratti dal film “Il Signore degli anelli”, “Passion” e “Gomorra”, fotogramma del giovane 16nne Gennaro Cesarano, una delle ultime vittime della camorra (settembre del 2015) nel rione Sanità a Napoli. Manifestazione contro la violenza a Scampia(Na) con il referente del progetto Pangea Aldo Bifulco (gennaio 2018). Agnese sventola la bandiera della “Pace e della Nonviolenza” sulle “Vele di Scampia”, il complesso residenziale simbolo del degrado situato tra Scampia e Secondigliano, durante un’ ennesima marcia contro la violenza ( marzo 2018). Citazioni del Nobel per la Pace Martin Luther King. Fotogramma ricordo con gli amici Marcella Merola e Angelo Cioffi, che si sono trovati durante le riprese del video davanti all’Albero di Borsellino e Falcone. Le riprese insieme ad alcune foto che compongono il video sono state realizzate da Andrea Pioltini.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *