Presentazione del libro Mettersi in gioco? di Armando Zappolini con Mimma Scigliano

Sull’azzardo
Ieri sera nell’Enoteca Provinciale abbiamo avuto un interessante incontro con d. Armando Zappolini, autore di un libro da leggere dedicato alla piaga dell’azzardo, dal titolo “Mettersi in gioco?” Ed. San Paolo (vedi scheda in allegato). Con attenzione hanno seguito il dibattito una delegazione di studenti del Liceo Giannone, con la prof.sa Daniella Borrelli. Oltre all’autore, sono intervenuti anche R. Stornaiuolo (Federconsumatori Campania) e Pasquale Riccio (Finetica Onlus)
Con amarezza debbo purtroppo registrare che nella nostra Provincia sul tema della ludopatia continua ad essere inadeguato l’impegno e l’attenzione delle istituzioni e della società civile, anche da parte delle associazioni del terzo settore. A partire dal Comune di Caserta che ha adottato un Regolamento, rimasto nel cassetto.
Qualche nota incoraggiante viene dalla Regione Campania, dove finalmente si è avviato l’iter ed il confronto con la rete Mettiamoci in Gioco per il varo di una normativa in materia. Oggi diventa quanto mai necessaria una legge regionale per frenare e contrastare un fenomeno come quello dell’azzardo, una vera e propria piaga sociale in tante realtà, come ha ben documentato una recente inchiesta de Il Mattino.
Pasquale Iorio

Armando Zappolini con Mimma Scigliano

Mettersi in gioco?

Sottotitolo

L’azzardo: dalle storie di dipendenza alle strategie per combatterlo

Prefazione di Padre Alex Zanotelli

Don Armando Zappolini è parroco di Perignano, Quattro Strade, Lavaiano e Gello, tutti paesi del pisano. Dal 2011 al 2018 è stato presidente del Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza.

Nel 1990 ha fondato la comunità per tossicodipendenti di Usigliano e nel 1991 l’associazione Bhalobasa in favore delle comunità del Sud del mondo. Nel 2018 è stato nominato direttore della Caritas della Diocesi di San Miniato.

È portavoce nazionale della campagna contro il gioco d’azzardo “Mettiamoci in gioco”.

Nel 2017 ha pubblicato il suo primo libro “Un prete secondo Francesco” ed. San Paolo.

Mimma Scigliano, giornalista, scrittrice e autrice, da diversi anni realizza reportage narrativi, raccontando storie vere e analizzando fenomeni sociali.

Come nel suo primo libro Amori senza diritti. Storie di coppie omosessuali con figli, pubblicato nel 2010 da Editrice Zona.

Da due anni è autrice della casa editrice San Paolo, ha collaborato ai libri: Un prete secondo Francesco di Armando Zappolini, (R)esistere a Scampia di Ciro Corona e La toga addosso di Paola Ortolan.

È anche autrice di audio-documentari per il programma di Radio 3 “Tre Soldi”.

Sinossi

Partendo dall’esperienza di don Zappolini, portavoce della campagna contro l’azzardo “Mettiamoci in gioco”, il libro racconta e documenta un fenomeno sociale molto diffuso, del quale non si ha ancora una percezione profonda.

L’intento è di informare tutti e di aiutare chi è caduto in questa spirale, e i suoi famigliari, con indicazioni utili e precise.

Il filo narrativo è rappresentato dalle testimonianze di giocatori patologici, in percorso di recupero presso la Comunità residenziale di Festà, in provincia di Modena.

Alle loro storie s’intrecciano le voci di operatori, attivisti e collaboratori della campagna “Mettiamoci in gioco”, un osservatorio privilegiato sui temi del gioco d’azzardo: i costi economici e sociali, i rischi sanitari e per la collettività, le facce di una dipendenza “senza sostanza”, difficile da intercettare e da prevenire, il limite tra il gioco legale e il gioco illegale.

Infine, gli autori fanno il punto normativo sul tema: dal divieto di pubblicità del gioco d’azzardo alla necessità di una legge che ancora aspetta di venire alla luce.

Note: I proventi sui diritti d’autore di questo libro saranno devoluti a “Mettiamoci in gioco”, campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *