MAMMA di Annibale Ruccello al Teatro Civico 14 sabato 2 novembre

al Teatro Civico 14 di Caserta
sabato 02 novembre 2019, ore 20.00

Compagnia Licia Lanera presentano
MAMMA

di Annibale Ruccello

con, regia e spazio Danilo Giuva

consulenza artistica Valerio Peroni e Alice Occhiali

luci Cristian Allegrini

musiche e suoni Giuseppe Casamassima

fondale Silvia Rossini

organizzazione Antonella Dipierro

assistente alla regia Riccardo Lacerenza
con il sostegno di Ombre – Associazione Culturale, Teatro Rossini e Assessorato alla Cultura Comune di Gioia del Colle

Annibale Ruccello in versione dark nel fine settimana di Halloween al Teatro Civico 14. Sabato 02 novembre 2019, alle ore 20.00, è di scena MAMMA: un racconto di quattro storie ispirate alle figure disegnate da Annibale Ruccello nel 1986. Una performance incarnate nel dialetto foggiano, lingua madre dell’attore Danilo Giuva, e nella visione contemporanea della Compagnia Licia Lanera che torna in data unica in Campania al Teatro Civico 14.

 

«Una madre – sottolinea Danilo Giuva nelle note che accompagnano lo spettacolo – è colei che dà inizio alla vita, è colei che rende possibile l’inizio di un altro mondo, che fa esistere un’altra volta, ancora una volta, il mondo. Nell’atto del concepimento la madre diventa creatrice, generatrice di un corpo che cresce, si espande, che acquista le sue forme, per rivelare, però, alla fine, la sua trascendenza. La maternità è, dunque, l’evento in cui ogni madre incontra la dimensione irreversibile della perdita, è l’atto in cui la madre, perdendo il frutto creato dal suo corpo, cessa di essere creatrice. La maternità non è mai un evento della biologia, quindi, ma, innanzitutto, un evento del desiderio, il desiderio di reintegrare quel frutto nel suo corpo, di ripristinare il potere generatore della vita. Ed è proprio dalla riflessione su questo desiderio e sulla sua degenerazione narcisistica che nasce il mio, di desiderio catartico, di comprenderlo fino in fondo, per sviscerarlo e mostrarne, poi, il cortocircuito che ne consegue. Per svelare il bug che infetta il cervello della donna/madre nell’istante dell’espulsione e che trasforma una condizione così bestialmente carnale ed istintiva, nell’incarnazione metaforica della disgregazione del nido familiare in funzione del Sé, al punto da indurla a disconoscere ogni sua mansione naturale e rivelare, all’opposto, un animo di genitrice perfida e mutevole».

 

INFO E PRENOTAZIONI

Teatro Civico 14

Via F. Petrarca (Parco dei Pini) c/o Spazio X

81100, Caserta

  1. (+39) 0823 441399

info@teatrocivico14.it

www.teatrocivico14.org

 

 

Danilo Giuva nasce a Foggia nel 1978, abbandona presto la chimica per dedicarsi completamente al teatro. Sviluppa la sua formazione attoriale con i laboratori del Teatro Kismet di Bari e i corsi intensivi della New York Film Academy (NYC).

Inizia a lavorare come attore e contemporaneamente continua a formarsi attraverso la partecipazione a workshop tenuti da importanti figure del panorama teatrale contemporaneo. Frequenta i corsi estivi di formazione intensiva presso l’Odin Teatret di Holstebro (Danimarca), diretto da Eugenio Barba.

Nel 2011 segue i laboratori della compagnia Fibre Parallele e prende parte ad uno studio su Shopping and Fucking di Mark Ravenhill; l’incontro con Licia Lanera si dimostra per lui decisivo. Nel 2013 lavora a Palermo con Emma Dante, nel 2014 inizia una collaborazione con Fibre Parallele entrando nel cast di Duramadre e La beatitudine; è assistente alla regia di Orgia e The Black’s Tales Tour. Ad oggi è impegnato con la compagnia per progetti artistici e come formatore per diversi laboratori.

A Gennaio 2018 debutta come regista con lo spettacolo Mamma di Annibale Ruccello, di cui è anche l’unico interprete, e a Giugno 2018 lavora, come regista assistente, per il Teatro Stabile di Torino alla produzione di Roberto Zucco di Bernard-Marie Koltès per la regia di Licia Lanera.

Attualmente è impegnato nella prossima produzione dei Teatri di Bari de Il principino – breve cronaca familiare da un trivani vista ciminiere di Damiano Nirchio dove è in scena con Vito Signorile e Anna de Giorgio.

 

 

La Compagnia Licia Lanera nasce nel 2006 dall’unione artistica di Licia Lanera e Riccardo Spagnulo con il nome Fibre Parallele. La compagnia nel 2007 debutta al Rialto Sant’Ambrogio di Roma con Mangiami l’anima e poi sputala e nel 2008 al Teatro Testori di Forlì con 2.(Due). Nel 2009 debutta al Teatro Valle di Roma con Furie De Sanghe – Emorragia cerebrale, coprodotto da Teatro Kismet e da Ravenna Teatro/Teatro delle Albe, con il sostegno dell’ETI e con il Teatro Pubblico Pugliese.

Nello stesso anno Furie de Sanghe – Emorragia cerebrale va in scena a Skopje in Macedonia, nell’ambito della XIV edizione della Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo. Fibre Parallele partecipa ai Salons professionnels di CARTA BIANCA, a Chambéry in Francia, dove presenta i propri lavori agli operatori francesi. Cura la direzione artistica della sezione teatrale di Irruzione Pubblica, Festival di teatro e arti visive presso il Teatro Kismet Opera.

Tra il 2009 e 2010 la compagnia realizza dei laboratori/residenze con i detenuti dell’Istituto Penale Minorile Fornelli di Bari con cui ha realizzato due studi dai titoli Homo Erectus e Juke box kamikaze.Nel 2010, lo spettacolo Furie de Sanghe – Emorragia Cerebrale va in scena al Theatre de la Ville di Parigi, nell’ambito della rassegna di teatro italiano in Francia, promossa da ETI e ONDA.

Nel 2011 debutta al Teatro Valle di Roma Have I None, spettacolo realizzato all’interno di TREND, e all’OperaEstate Festival/ sezione B.Motion Teatro (Bassano del Grappa) debutta Duramadre, coprodotto dal Festival Internazionale Castel dei Mondi di Andria (BAT) e da Opera Estate Festival di Bassano del Grappa (VI).

Nel 2012 inaugura a Bari Agli Antipodi, progetto dedicato alla formazione teatrale, tenuto dagli attori della compagnia. Fibre Parallele organizza seminari con artisti provenienti da tutta Italia e ospita residenze per compagnie prive di spazio prove.

Nel 2013 debutta al festival Primavera dei Teatri (Castrovillari) con Lo Splendore dei Supplizi. Lo spettacolo Furie de Sanghe – Emorragia Cerebrale va in scena nel 2013 al Festival de Liège in Belgio e nel 2014 al Theater Aufbau Kreuzberg di Berlino.

Nel 2015 debutta al festival Primavera dei Teatri (Castrovillari) La beatitudine, spettacolo coprodotto con il Festival delle Colline Torinesi, CO&MA Soc. Coop. Costing & Management e con il sostegno di Consorzio Teatri di Bari – Nuovo Teatro Abeliano.  Fibre Parallele è riconosciuta come Impresa di Produzione Under 35 dal MIBACT e accede al FUS per il triennio 2015-2017.

Nel 2016 debutta al Festival delle Colline Torinesi (Torino) Orgia di Pier Paolo Pasolini, con la regia e l’interpretazione di Licia Lanera, spettacolo coprodotto dal Festival delle Colline Torinesi, CO&MA Soc. Coop. Costing & Management e con il sostegno di L’Arboreto – Teatro Dimora di Mondaino.

Nel 2017 debutta al Festival delle Colline Torinesi (Torino) The Black’s Tales Tour, drammaturgia, regia e interpretazione di Licia Lanera. Lo spettacolo è coprodotto da CO&MA Soc. Coop. Costing & Management, con il sostegno di Residenza IDRA e Teatro AKROPOLIS nell’ambito del progetto CURA 2017.

Nel 2018 i soci, Licia Lanera e Riccardo Spagnulo, annunciano la separazione del lavoro artistico; Fibre Parallele cambia nome in Compagnia Licia Lanera conservando la storicità e i rapporti con gli enti sostenitori. Nello stesso anno Licia Lanera è impegnata nella direzione artistica di Cuore di Cane di Michail Bulgakov, progetto che ha visto la sua prima forma di lettura nel dicembre 2017 in occasione della partecipazione a “Tutto Esaurito!” – Rai Radio 3.

La compagnia Licia Lanera vince il finanziamento FUNDER35, per il triennio 2017-2019 è sostenuta dalla Regione Puglia per lo Spettacolo dal Vivo. Dal 2018 supporta diversi progetti teatrali e si configura come impresa culturale.

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *