A Pompei ritorna il teatro classico

Parte la manifestazione dell’estate teatrale in Campania, “Pompeii Theatrum Mundi”, rassegna di drammaturgia antica promossa e organizzata da Il Teatro Stabile di Napoli/Teatro Nazionale e la Soprintendenza di Pompei, che si svolgerà da giovedì 22 giugno fino al 23 luglio al Teatro Grande degli scavi di Pompei.

Quattro registi – De Fusco, Luconi, De Rosa, Cerciello – metteranno in scena alcuni dei più bei classici del teatro antico per un progetto pensato appositamente per il suggestivo sito archeologico.

Il sipario della serata inaugurale si alzerà alle 20,30 e vedrà sul palco lo spettacolo “Agamennone”, capitolo dell’ “Orestea” di Eschilo per la regia di Luca De Fusco.

“Agamennone” si alternerà fino al 25 sul palcoscenico pompeiano con il secondo capitolo Coefore/Eumenidi.

Il programma di Pompeii Theatrum Mundi proseguirà il 30 giugno con “Prometeo”, poi tra il 5 e il 6 luglio sarà la volta di “Antigone”, mentre dal 14 al 16 luglio toccherà a “Le Baccanti”, infine dal 22 e al 23 luglio “Fedra”.

Agli spettacoli si può abbinare una visita guidata degli scavi a soli 5 euro, scrivendo a promotion.pompei@teatrostabilenapoli.it

Prezzi speciali per i studenti: 10 euro presso il Teatro Stabile di Napoli o del Teatro Grande di Pompei esibendo il libretto universitario.

Indicazioni su come arrivare:

C’è la possibilità di usufruire del Campania Express con partenza da  Napoli-Porta Nolana e arrivo a Pompei Santuario (a/r) al costo di 10 euro. Biglietti acquistabili in prevendita presso la biglietteria EAV oppure tramite gradita prenotazione scrivendo a pubblicità@eavsrl.it

Il ritorno da Pompei a Napoli – Porta Nolana è previsto alle ore 23.30.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *