AGRORINASCE E GSE INSIEME PER LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE

Caserta, 16 gennaio 2020 – Agrorinasce e il Gestore dei Servizi Energetici – GSE SpA, società pubblica del Ministero dell’Economia che in Italia promuove lo sviluppo sostenibile attraverso l’incentivazione alle fonti rinnovabili e all’efficienza energetica, hanno organizzato, per il 15 e 16 gennaio, due giornate di formazione e sensibilizzazione sul tema della sostenibilità ambientale presso il Centro di educazione e documentazione ambientale Pio La Torre di S. Maria La Fossa, realizzato su un bene confiscato alla camorra.

Sono ormai anni che Agrorinasce promuove diverse iniziative dedicate al tema della sostenibilità ambientale con progetti volti al recupero e alla valorizzazione di beni confiscati alla camorra, a cominciare dallo stesso Centro di educazione e documentazione ambientale intitolato a Pio La Torre, che dispone di un’isola ecologica comunale e di un impianto di biogas per il trattamento dei reflui zootecnici. In quest’ottica nasce la collaborazione con il GSE, in particolare su due temi: educazione ambientale rivolta agli studenti del casertano e formazione per i tecnici e i funzionari comunali per far conoscere loro le opportunità offerte dagli incentivi per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici.

La mattina del 15 gennaio, con la partecipazione di 100 studenti della scuola IC Don Milani – Gravante di Grazzanise, si è tenuta la festa dell’Albero, in collaborazione con l’Associazione Futuro 2030, di cui è il portavoce il Prof. Raffaele Aveta. Protagonisti dell’evento sono stati i funzionari del GSE con il progetto ‘GSE incontra le scuole’, che rientra nel piano di formazione 2019-2020 del MIUR e che ha dato la possibilità nel 2019 a oltre 7mila studenti di seguire lezioni sulla sostenibilità. Durante la giornata sono stati piantumati, tra il Centro di educazione ambientale e l’impianto di biogas per il trattamento dei reflui zootecnici, 13 alberi di magnolie ed è stata creata un’aiuola di fiori sotto al monumento per la legalità posto all’interno del Centro intitolato a Pio La Torre con oltre 100 piante fiorite. All’iniziativa ha partecipato anche il Sindaco di S. Maria La Fossa, Nicolino Federico, con tutti gli assessori comunali.

Il 16 gennaio, a partire dalle 9,30 si è tenuto il seminario formativo sui temi della produzione di energia da fonte rinnovabile e dell’efficienza energetica degli edifici pubblici e privati, in collaborazione con gli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri della Provincia di Caserta.

Durante la giornata, alla quale hanno partecipato anche dirigenti dell’ENEA e del Ministero dell’Ambiente, il GSE ha spiegato le modalità di accesso agli incentivi del Conto Termico, che mette a disposizione 200 milioni di euro l’anno ai Comuni che riqualificano gli edifici pubblici (su tutti le scuole), riconoscendo fino al 65% dell’investimento effettuato per i lavori. È stato illustrato, inoltre, il funzionamento di altri meccanismi incentivanti. Oltre al sindaco Nicolino Federico, erano presenti il Presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Caserta, Raffaele Cecoro e il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Caserta Massimo Vitelli.

Soddisfatto il Presidente del CdA di Agrorinasce, Giovanni Allucci: “Continua l’impegno di Agrorinasce nella diffusione della cultura sulla sostenibilità ambientale. Con l’impegno costante delle istituzioni, delle associazioni e degli studenti riusciremo certamente a superare, senza mai dimenticare, il periodo delle ecomafie prima, seguita dall’emergenza rifiuti in Campania fino ad arrivare all’emergenza della terra dei fuochi. Ormai sono anni che collaboriamo con successo con il GSE, sia nell’incontro con le scuole che nell’affiancamento all’azione di Agrorinasce e dei Comuni soci nei progetti di riqualificazione energetica degli edifici pubblici e negli impianti di energia da fonte rinnovabile. Vorrei ringraziare poi in particolare l’associazione ‘Progetto Futuro 2030’ che ha voluto donarci alberi e piante per un aiuto concreto all’ambiente e alla bellezza del nostro territorio”.

“Questo appuntamento con Agrorinasce mi sta particolarmente a cuore. Oggi il concetto di Sviluppo Sostenibile assume, tra gli altri, il significato profondo di tutela della legalità e prevenzione della corruzione”, ha commentato l’Amministratore Delegato del GSE, Roberto Moneta, sottolineando come “da anni dedichiamo competenze e risorse all’educazione e alla formazione dei giovani cittadini e alla riqualificazione di scuole, quartieri e territori, compresi quelli confiscati alla criminalità organizzata, con l’obiettivo di creare i presupposti per costruire un futuro a basse emissioni, in grado di coniugare crescita economica e tutela dell’ambiente. Agrorinasce, dove si fa pratica di legalità, di tutela ambientale e di promozione della cultura sostenibile, testimonia che giustizia sociale e giustizia ambientale si conquistano insieme”.

Per Raffaele Aveta, docente universitario e promotore del progetto di sensibilizzazione ambientale ‘Programma Futuro 2030’ è stato “un onore partecipare alle iniziative di Agrorinasce. La nostra donazione è un piccolo contributo al miglioramento e alla riqualificazione del territorio. Siamo vicini a quanti profondono le loro energie per restituire Bellezza e Dignità alla nostra Terra. Possiamo ottenere grandi risultati se istituzioni, cittadini, associazioni, volontari si muovono nella stessa direzione. La nostra Provincia ha estremo bisogno di partecipazione per realizzare iniziative di riqualificazione urbana e di rigenerazione di beni comuni nel tentativo di resistere a quello che sembra un’inarrestabile degrado dei nostri territori. ‘Programma Futuro 2030’ nasce proprio con l’obiettivo di promuovere e fornire un supporto a progetti di sviluppo sostenibile, seminando speranza e contribuendo al risveglio delle coscienze. Al centro della nostra azione progettualità tangibili a partire dalle piantumazioni di alberature idonee ad abbattere l’inquinamento che da anni le popolazioni subiscono. Incrementare il verde urbano equivale non soltanto a migliorare l’estetica dei luoghi, ma anche a realizzare strutture ecologiche multifunzionali che producono svariati servizi eco-sistemici che hanno un significativo impatto sul benessere e la salute degli esseri umani”.

Molto soddisfatto il Sindaco di S. Maria La Fossa, arch. Nicolino Federico: “Le due giornate ambientali che abbiamo svolto insieme ad Agrorinasce sono veramente importanti per il nostro territorio. Il 15 gennaio insieme agli studenti di S. Maria La Fossa piantando fiori e alberi e discutendo di ambiente e del futuro, oggi con i professionisti e con i funzionari comunali per discutere del presente e sviluppare nuovi progetti ambientali. Ringrazio tutto lo staff del GSE, i due Presidenti degli Ordini professionali, e il dirigente dell’IC di Grazzanise ‘Gravante-Mirra’ per essere intervenuto in questi due giorni.”

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *