ANGELO CAMPOLATTANO SINDACO

Campolattano spiega le ragioni della sua candidatura a sindaco: un atto di amore e di coerenza verso il Pd e Maddaloni

«Ho fatto una scelta di coerenza e un atto d’amore nei confronti di Maddaloni e del Partito democratico». A dichiararlo è Angelo Campolattano che spiega così le regioni che lo hanno spinto ad accettare la candidatura a sindaco per il Pd. «Ringrazio tutti i dirigenti del Partito democratico sia cittadino che provinciale che mi hanno concesso l’onore di guidare il mio partito nella mia città – ha spiegato Campolattano – sottolineo con forza il mio perché è proprio il senso di appartenenza che mi ha spinto ad accettare questa difficile sfida. Lo straordinario risultato che mi hanno tributato i maddalonesi un anno fa con quasi novecento voti personali che mi hanno reso il consigliere comunale più votato della storia della città andava onorato con un impegno che non disattendesse le speranze che erano state riposte in me. I maddalonesi mi hanno votato perché hanno riconosciuto in me una persona onesta, che sapesse portare avanti quei valori di trasparenza e di legalità che sono propri del Partito democratico. Mi hanno votato perché sanno che sono uno di loro, una persona umile, dedita al lavoro che è pronta a sacrificarsi per Maddaloni per far tornare la nostra città ai fasti che merita». Campolattano si rivolge nuovamente ai maddalonesi chiedendo loro di dargli fiducia in questa nuova esperienza. «Guido una squadra giovane, che ha tanta voglia di fare e che, come me crede che l’unica risposta al caos politico che c’è nel Paese sia il Partito democratico – ha sottolineato – abbiamo costruito un progetto credibile, genuino che rimette al centro di tutto Maddaloni e le sue esigenze. Abbiamo bisogno, però, del sostegno di tutti per poterci rimboccare le maniche nell’interesse di Maddaloni».

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *