Auguri dai genitori a Giovanni D’Agostino

 

Tantissimi auguri dai genitori a Giovanni D’Agostino, undici anni oggi e significativi cambiamenti per il giovanissimo atleta grazzanisano: a Settembre inizierà la scuola media, ed oltre ad un maggiore impegno per lo studio, per Giovanni inizia un’avventura che aspettava fin da piccolo.

Ha iniziato a tirare i primi calci ‘seri’ a quattro anni ed in questi anni si è seguita una crescita atletica notevole iniziando, per un anno, nella squadra del Capua; due anni con i ‘Boys Caserta’; due anni nella Casertana, ricevendo elogi e premi di spessore tra cui basta ricordare quelli di miglior giocatore nei Tornei Giulianova, in Abruzzo, e Gigino Maturi; miglior centrocampista nel Torneo Fratelli Lodi. E’ stato anche capocannoniere e la sua carriera calcistica dall’altro giorno ha avuto una svolta importante che gli apre strade difficili ma entusiasmanti da percorrere: Giovanni ha firmato il contratto, per un anno, con i Pulcini della  SSC Napoli per le sue doti e la sua passione e tenacia e dove si è fatto notare durante il periodo Febbraio-Giugno di quest’anno quando ha giocato ‘in prestito’ per questa società.

Giovanni da sempre ha mostrato la sua passione per il gioco del calcio e si è sempre fatto apprezzare per la caparbietà a non mollare e non lasciarsi sopraffare da eventuali difficoltà. Pian piano si è fatto strada facendosi notare ed oggi il suo sogno va avanti, la sua scalata verso il calcio ‘importante’ continua. La giovanissima promessa del calcio di Grazzanise sarà seguita non solo dalla famiglia che gli è sempre stata accanto, ma anche da tutti gli appassionati di calcio del paese che già da ora gli fanno sentire la vicinanza ed il sostegno da parte di chi in lui ha creduto ed in lui ripone le speranze perché un atleta di Grazzanise continui ad eccellere in campo calcistico.

Per i risultati raggiunti con la firma del contratto alla SSC Napoli sono d’obbligo i ringraziamenti ai mister che in questi anni lo hanno seguito e preparato, formandolo calcisticamente e facendolo crescere in questo sport competitivo che lascia poco spazio.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *