BARI: Messa all’alba e cioccolata calda, si rinnovano le tradizioni del giorno di San Nicola

Nel giorno in cui la Chiesa celebra il nome del vescovo di Myra, i baresi si ritrovano nella città vecchia per rendere omaggio al Santo patrono“

 La veglia di preghiera in Basilica e la Messa all’alba, largo Abate Elia invaso dalle luci della ‘Fiaccolata nicolaiana’, la cioccolata calda e il profumo dei dolci natalizi, la folla per i vicoli di Bari vecchia.

Nel giorno in cui la Chiesa celebra il nome del vescovo di Myra, i baresi si ritrovano nella città vecchia per rendere omaggio al loro Santo patrono, rinnovando quel legame fortissimo che li unisce al ‘Santo delle genti’. Una data, quella del 6 dicembre, scandita da riti e tradizioni e che per i baresi segna anche, simbolicamente, l’avvio delle festività natalizie.

Mentre le celebrazioni si susseguono in Basilica nel corso di tutta la giornata, uno degli appuntamenti più suggestivi si è tenuto all’alba, con la Fiaccolata nicolaiana (qui il video) che ha visto i runner partire da tre diversi punti della città per ritrovarsi in largo Abate Elia.

Ma ai riti della fede si intrecciano anche quelli della tradizione gastronomica. Dopo la Messa delle 5, è d’obbligo la colazione con cioccolata calda e savoiardi nei bar del borgo antico. E dopo la colazione, via libera a “fecàzze, sgaggliòzze e popìzze” da acquistare e consumare per le stradine della città vecchia. In molte case, soprattutto del borgo antico, il 6 dicembre è il giorno in cui si dà avvio ai preparativi per le feste natalizie, con la preparazione dei dolci tipici di questo periodo (qui la ricetta delle cartellate e altre ricette di dolci di Natale).

Sempre oggi, infine, partono gli eventi in programma per le feste (qui il calendario completo). L’appuntamento è per questa sera, alle 20.30, in piazza del Ferrarese per l’accensione del grande albero di Natale e l’apertura dei mercatini natalizi. Sempre a partire da oggi, entra in funzione la grande ruota panoramica sul lungomare.

1

 

 

 

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *