Buon Giovedì

Milano città di poeti: romanticismo di strada.

Esplorare in due la città, e riscoprirla più bella di quanto si credeva…

Ho vissuto a  Milano molto tempo, e so che più la si esplora e più la si adora. Sarà che con il sole è stupenda, sarà che sui Navigli la gente che incontri sembra sempre essere piena di storie da raccontare, sarà che questa città mi ha avvicinata all’uomo che ho sempre amato, ma me ne sono letteralmente innamorata.

E poi c’è la poesia. A Milano si respira poesia. E anche una semplice passeggiata in una domenica sera segnata dall’afa e da strade semivuote, può regalarti una piccola dose di magia.

Camminando per Brera, tra chiacchiere e battibecchi, ci siamo ritrovati a fotografare un muro preso di mira da un gruppo di poeti rivoluzionari. E mi torna in mente una poesia di Alda Merini, dedicata a questa piccola grande città:

 

Per Milano
Non è che dalle cuspidi amorose
crescano i mutamenti della carne,
Milano benedetta
Donna altera e sanguigna
con due mammelle amorose
pronte a sfamare i popoli del mondo,
Milano dagli irti colli
che ha veduto qui
crescere il mio amore
che ora è defunto.
Milano dai vorticosi pensieri   
dove le mille allegrie
muoiono piangenti sul Naviglio.

 

 

4

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *