Buon Martedì

Auguro una buona giornata a tutti i miei lettori con il fiore della Margherita.

Margherita

Tutti ricordano il noto gioco amoroso del “m’ama non m’ama” fatto strappando ad una ad uno e delicatamente, i petali della margherita. “Margherita” è anche una famosissima canzone di Riccardo Cocciante, ma è, e sempre resterà, uno dei fiori più belli e semplici che la natura ci abbia mai regalato. Questa parte vegetale destinata alla riproduzione delle piante, appartiene a una specie che fa parte della famiglia della asteracee, vasto gruppo di circa 20 mila piante composite, dicotiledoni, usate anche in erboristeria. Il nome botanico completo della margherita è Chrysanthemum leucanthemum e presenta un fiore con molti petali bianchi e al centro un pistillo giallo oro. Viene annoverata tra le dicotiledoni perché i semi della pianta contengono al suo interno due foglioline, mentre le monocotiledoni ne hanno solo una. La margherita, per la sua struttura e famiglia di appartenenza, appartiene al genere di piante più evolute esistenti in natura, ecco perché si parla di specie composite, dove per composite di intendono le diverse caratteristiche di ogni singola pianta ( legnosa o erbacea). La margherita è anche una pianta a fiore che riveste diversi significati. Si tratta di significati positivi, perché a questo fiore non è mai stato attribuito, nel corso della storia, alcun significato negativo.
margherita2

Caratteristiche generali

margherita1La margherita è una pianta erbacea annuale che cresce spontaneamente nei prati di diverse zone dell’Europa, anche se è originaria del Tibet. Raggiunge i 90 centimetri di altezza e presenta fiori unici, cioè capolini con petali bianchi e al centro un pistillo giallo. Alcune varietà possono avere anche petali gialli o rosa o rossi. In genere la margherita fiorisce a primavera e la sua apparizione sui prati indica proprio l’inizio della stagione primaverile. In base al clima, questa pianta può fiorire anche in autunno, specie nelle aree temperate. Anche la fioritura della margherita riveste, dunque, un particolare significato. Nei Paesi anglosassoni ad esempio, l’arrivo della primavera è segnato dal calpestare in un prato almeno dodici margherite consecutive. Per la sua facilità di coltivazione, la margherita si può coltivare anche in orto o in giardino, sia su terreno che in vaso. Il terreno deve essere lievemente acido e l’esposizione della pianta deve essere diretta verso la luce solare. La temperatura ideale per la coltivazione della margherita è di poco inferiore ai 20 gradi.

Significati nella storia

margherita4La margherita, nel corso della storia, ha assunto diversi significati e come dicevamo al primo paragrafo, si tratta di significati positivi e comunque portatori di buoni auspici. Il significato della margherita è cambiato anche in funzione degli usi, dei costumi e delle epoche storiche, diventando un vero e proprio “simbolo” per eccellenza del linguaggio dei fiori. I primi significati della margherita riguardano il sentimento d’amore, da qui, forse, deriva il gioco del m’ama non m’ama. Nel Medioevo le dame dichiaravano il proprio amore cingendo lo scudo del cavaliere con due margherite, mentre se le margherite venivano poste sul capo della donna vuol dire che questa non ricambiava il sentimento del suo corteggiatore. Nell’antica Roma, invece, le margherite venivano esposte per scacciare il malocchio e la sfortuna. Sempre di origine medievale è il significato della margherita relativo alla capacità di saper sopportare e di essere pazienti. Alcune fonti dell’epoca riferiscono che la margherita veniva usata e mostrata per esprimere la riflessione prima di una scelta importante, probabilmente di natura sentimentale. Quando una persona donava a un’altra, la margherita, voleva dire “ci devo pensare”.

 

Simbolismo

margherita3La margherita, nel linguaggio attuale dei fiori, significa purezza, bontà d’animo, candore e innocenza. Il candore rappresentato dalla margherita si riferisce all’età giovanile e all’infanzia, quando nessun male può turbare l’anima e la coscienza di un individuo. Per molte culture, la margherita è il fiore della purezza per eccellenza, dove per purezza si intende quella del corpo, dello spirito e della mente. Il significato positivo della margherita è stato favorito dalla religione cristiana, in cui le rappresentazioni sacre del Cristo e dei santi venivano affiancate da paesaggi raffiguranti prati su cui crescevano candide margherite. Anche le opere d’arte raffiguranti Gesù Bambino e la Vergine Maria propongono sfondi di margherite bianche. La margherita è anche oggetto di miti e leggende, molte raccolte sempre dalla tradizione cristiana. Questo fiore ha dato anche il nome a una santa che morì martire sotto il regno dell’imperatore Diocleziano. La santa si chiamava Margherita e si racconta che morì proprio con un fiore di margherita in mano, donatole, per commozione, da un ragazzo che la vide passare mentre andava al patibolo per essere decapitata.

2

Origine del m’ama non m’ama

Anche il gioco del m’ama non m’ama, che da tempo immemorabile tutti fanno per accertarsi di essere ricambiati in amore, affonda le sue radici in una leggenda riguardante la regina di Francia Margherita di Provenza, che usava sfogliare i petali di una margherita per assicurarsi che il marito, Luigi IX, prigioniero dei Saraceni, tornasse sano e salvo. Le margherite erano state donate alla regina, dal fratello, che le consigliò di staccare i petali dei fiori, per contare i giorni che la separavano dal ritorno del consorte. Quando il re venne liberato, la regina gli consegnò i petali di margherita che aveva strappato e conservato a testimonianza del suo amore e della sua fedeltà.

 

Significato onirico

La margherita è un fiore che riveste anche un importante significato onirico. Nell’interpretazione dei sogni, la margherita indica gli stessi sentimenti ed emozioni indicate nel linguaggio dei fiori e quindi purezza, generosità, nobiltà d’animo, amore, grazia e bellezza. Sognare di raccogliere una margherita potrebbe esprimere il desiderio inconscio di tenerezza verso una persona che ci sta a cuore o che ci ha particolarmente colpito. Sognare di ammirare delle margherite bianche su un prato può indicare un profondo desiderio di apertura e di confronto con gli altri e con il mondo esterno. A volte i sogni mascherano altri simboli o servono per nascondere altri significati. Vedere in sogno un fiore di margherita potrebbe esprimere un sentimento verso una persona che si chiama proprio con questo nome.

La margherita nella letteratura

La margherita è un fiore che ha ispirato artisti di ogni epoca e di ogni settore. Troviamo riferimenti a questo splendido e al tempo stesso semplice fiore, nella letteratura, nell’arte, nella poesia e nella musica. La letteratura, come tutta l’arte e la cultura in genere, ha usato il nome “Margherita” riferito a persone immaginarie o realmente esistite. Ne è la prova il romanzo “ Il maestro e la Margherita”, dello scrittore russo Michail Bulgakov, pubblicato alla fine degli anni ’60, ma scritto negli anni ‘30, in cui si narra dell’amore dello stesso scrittore con Margherita Nikolaevna e delle persecuzioni subite durante il regime sovietico di quegli anni. Il romanzo si collega anche a profondi significati religiosi narrando del processo subito, a Gerusalemme, da Gesù quando venne portato al cospetto di Ponzio Pilato. “Margherita” è anche il nome della protagonista del più famoso romanzo di Goethe, “ Faust”, e ricorre spesso in romanzi in cui amore e persecuzione si intrecciano. La letteratura ha ripreso il nome del fiore anche per raccontare vicende storiche realmente accadute, come la vicenda di Fra’ Dolcino e della sua compagna Margherita, massacrati durante le crociate contro gli eretici ordite dal papa Clemente V. Dante Alighieri, nella Divina Commedia, dedica dei versi proprio al frate accusato di eresia dalla Chiesa di quell’epoca. Nel XXVIII canto de “L’Inferno”, il sommo poeta ricorda il frate trucidato con i seguenti versi: “Or di a fra Dolcin dunque che s’armi, tu che forse vedrai il sole in breve…”. Numerose sono, invece, le poesie sulla margherita intesa come vero e proprio fiore dai petali intensi e delicati. Una di queste è intitolata proprio Margherita ed è stata scritta dal poeta Nelida Ukma. I versi iniziano così:

“Un petalo d’umiltà

tra i prati odorosi,

un soffio di vento

piega delicatamente

il tuo esile stelo

L’aprirsi raro

della tua corolla

richiama insetti vivaci

che attingono al tuo nettare

con tocco sapiente

Un attimo solo basta

a renderti fiera

del tuo semplice odore

hai compiuto il miracolo

hai donato amore”.

 

La margherita nell’arte

Anche gli artisti, nei loro quadri hanno raffigurato il fiore della margherita in diversi contesti e paesaggi: dal fiore singolo esposto al sole, alle margherite in un prato calpestato da una donna con l’ombrello. Nelle gallerie d’arte, anche in quelle online, si possono ammirare quadri a olio su tela o poster raffiguranti proprio diverse tipologie di margherita. Le margherite venivano sovente rappresentate anche nei quadri medievali a sfondo religioso, dove la Madonna che teneva in braccio Gesù Bambino aveva sullo sfondo delle margherite bianche che ne simboleggiavano la purezza e la bontà. La margherita è anche la protagonista dei quadri dell’arte moderna, acquistabili alle aste delle gallerie d’arte o direttamente sul web. Sul web si possono acquistare anche le stampe di quadri famosi, raffiguranti le margherite. Le stampe non costano più di 30 euro e possono decorare, con garbo e grazia, qualsiasi ambiente interno.

 

La margherita nella musica

“Margherita” è il titolo di una delle canzoni più famose di Riccardo Cocciante. Il brano venne inciso in 45 giri nel 1976 e interpretato nel 1978 anche da Mina e nel 1984 da Fiorella Mannoia. Famoso è l’incipit del testo, scritto assieme al paroliere e produttore Paolo Luberti: “Io non posso stare fermo con le mani nelle mani”. Naturalmente il titolo della canzone si riferisce a un nome di donna.

 

Significato Margherita: Altri significati

I significati della margherita, intesa come fiore, sono tantissimi. Alcuni hanno origine da miti e leggende, altri da usi e costumi di determinate civiltà. Un altro significato della margherita, diffuso in tutto il mondo, è propiziare la nascita di un bambino. In molte culture si usava regalare delle margherite alle neospose per augurare che queste restassero incinte al più presto. Le margherite vengono anche regalate alle neomamme come augurio per la nascita del bimbo. Sempre nei Paesi anglosassoni, ma la tradizione è ben più antica, si usa regalare una margherita quando si vuole confidare un segreto che non si riesce più a tenere per sé. Se la stessa margherita passa da una persona all’altra allora vuol dire che il famoso “segreto” è stato oggetto di un lungo e ripetuto passaparola.

Regalare fiori

Nell’ultima parte del precedente paragrafo abbiamo già accennato alla parte romantica del fiore della margherita; effettivamente non si può negare che ogni fiore ha una sua parte romantica, anche perché è risaputo (e sul nostro sito, in ogni sezione, non perdiamo occasione per ricordarlo ed approfondirne cause ed effetti) che i fiori hanno un forte ascendente sull’animo umano, dato che lo aiutano ad esprimere correttamente quei sentimenti che per importanza e forza non sono esprimibili a parole, anche perché non esistono né forme e né parole adatte a farlo. Ecco perche si regalano i fiori, perché essi esprimono con semplicità, discrezione e tenerezza ciò che il nostro cuore non sa esprimere. Tipicamente ciò si verifica in situazione in cui c’entra l’amore o altri sentimenti molto forti come l’amicizia oppure una cara perdita; nonostante si tratti di situazioni opposte e senza punti in comune, esse si “somigliano” perché sono momenti di grande carica emotiva, un concetto impossibile da esprimere a parole. Ma il regalare fiori non è così standard: ogni occasione è buona per regalare un fiore, esso può anche essere solo un simbolo di affetto o un augurio di buona giornata, e quindi non c’è bisogno di un’occasione per regalarne.

Fiori margherita: Occasioni e margherite

E’ vero che i fiori sono adatti ad essere regalati in ogni occasione, ma ci sono delle regole, dei consigli non scritti che aiutano a scegliere il fiore giusto in ogni occasione: oltre alle fondamentali componenti del gusto personale (sia di chi regala che di chi riceve), c’è il fiore più adatto per una situazione amorosa come la rosa, oppure il fiore più elegante e quindi indicato per cerimonie, c’è quello benaugurante che si sposa perfettamente per le guarigioni e le inaugurazioni, e tanto tanto altro. Le margherite si inquadrano in tutto ciò come un fiore molto “generalista”, ovvero come un fiore che potrebbe far parte di ogni composizione floreale a prescindere dall’occasione, sia come fiore protagonista che come spalla. In effetti la margherita è elegante e fine, oltre che molto romantica per via della sua immagine legata ai campi spontanei; ecco quindi che potrebbe benissimo andare al fianco della rosa per accompagnarla e rendere meno “impegnativo” il regalo (si sa, solo rose…), tanto oggigiorno si trovano margherite di ogni colore. Non solo, la margherita può anche essere il fiore del mazzo, mischiandone i colori ed ottenendo un risultato colorato, fresco e profumato.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *