Buon Martedì da Tripoli

Buona giornata con i saluti da Tripoli.

Tripoli è la capitale della Libia, con  una popolazione di circa 1.700.000  abitanti. La città è posta  sulla zona nord-occidentale del paese vicino al deserto. La città venne fondata nel VII secolo a.C. dai Fenici, e prese il nome di Oea.  Tripoli è la più popolata del paese, e presenta anche il porto principale, nonché il più grande centro commerciale e manifatturiero del paese.

La città è molto interessante da visitare, anche se negli ultimi tempi, sono accaduti diversi disordini. La zona più interessante della città è La Medina, la città antica,  che è stata resa più bella nel corso degli anni ad opera del governo. Sempre in
questa zona si trova  la Leptis Magna: una sito romano fra i più belli.  Ci sono
anche  edifici molto grandi che in stile romanico. Da visitare anche  l’Arco di
Settimio Severo,  il Foro dei Severi, il famoso Mercato, le terme di Adriano, la Basilica, le Terme dei Cacciatori, il Ninfeo, il Teatro romano, e l’Anfiteatro.  A Tripoli ci sono anche diversi   musei, fra cui uno dei  più importanti  è il museo archeologico,  assieme al museo folcloristico di Teghea.

La cucina di Tripoli è stata influenzata dalla gastronomia italiana; è sempre un paese arabo dove non si può mangiare la carne di maiale e non si possono bere alcolici. I piatti principali sono soprattutto  di pesce. Uno dei piatti tipici  è ll’harira ovvero un piatto di zuppa di
lenticchie. Si mangiano molto anche i kebab, ovvero gli spiedini di carne di montone. Un altro  dei piatti tipici della Libia è lo sherba, un piatto a base di carne di pollo,  che viene  condito con del peperoncino.

Tripoli per quanto gli spostamenti non offre un servizio di trasporto particolarmente efficiente, anche perché la situazione politica non è anche delle migliori. Ci si sposta comunque in auto, o in taxi.

Il clima è di tipo  mediterraneo. Le  estati molto calde e secche, e gli inverni sono
freddi ma con poche precipitazioni. Il momento migliore per visitare Tripoli, va tra la fine della primavera e l’inizio dell’estate.

La vita notturna  non è particolarmente vivace, anche perché come detto prima, la situazione politica del paese, è ancora delicata. Non ci tante  discoteche e locali, e si trovano soprattutto sulla zona costiera.

A Tripoli si arriva in aereo. Partendo da Roma e Milano si può partire anche con
voli diretti con l’Alitalia. Una volta atterrati, sarà necessario prendere un taxi in quanto non ci sono altri collegamenti.

 

Le attrazioni più importanti, per chi intende fare un viaggio a Tripoli 

  • Il Museo Archeologico di Tripoli

Il Museo Archeologico di Tripoli, conosciuto anche come Il Museo Castello Rosso o il Museo Assaraya Alhamra è un museo nazionale libico. Allestito in una vecchia fortezza spagnola del XVI secolo, nota anche come, “Castello Rosso” o “Rosso Saraya”. Il museo ospita collezioni archeologiche ed etnografiche. Progettato in collaborazione con l’UNESCO, copre 5000 anni, dalla preistoria alla rivoluzione dell’indipendenza libica del 1953. Si trova al Tripoli ‘s Assaria al-Hamra, o fortezza di Red Castle, sul promontorio sopra e adiacente alla vecchia città-quartiere di Medina Ghadema. Il museo ha un ingresso storico in piazza As-Saha al-Kradrah, o Piazza dei Martiri.

libia-tripoli-il-museo-archeologico-di-tripoli

  • La Moschea di Gurgi di Tripoli

La Moschea di Gurgi è un’importante moschea di Tripoli. È posta nella città vecchia, nelle immediate vicinanze dell’Arco di Marco Aurelio. Prende il nome da Iusef Gurgi, uomo di origine georgiana che la costruì nel 1833.

libia-tripoli-la-moschea-di-gurgi-di-tripoli

  • L’Arco di Marco Aurelio di Tripoli

L’Arco di Marco Aurelio è un arco romano della città di Tripoli. Il monumento è fatto risalire al 165, e non a data posteriore, perché l’imperatore è indicato soltanto col titolo di armeniacus e non anche con quello di medicus e parthicus, che gli sarebbe stato conferito nel 166. Nel corso dei secoli successivi l’arco fu parzialmente interrato. Subito dopo la conquista coloniale, tra il 1914 e il 1918, fu recuperato dall’amministrazione italiana che ne curò il consolidamento e il restauro.

libia-tripoli-larco-di-marco-aurelio-di-tripoli

  • Il Quartiere Medina di Tripoli

Il Quartiere Medina di Tripoli è un quartiere antico, caratteristico di molte città del Nord Africa, ma presente in passato anche in Spagna e in Sicilia.

libia-tripoli-il-quartiere-medina-di-tripoli

  • La Piazza dei Martiri di Tripoli

La Piazza dei Martiri di Tripoli, chiamata piazza Verde durante il regime di Muammar Gheddafi, è una piazza di Tripoli in Libia. Nel periodo coloniale italiano era denominata piazza Italia e dal 1951 al 1969 piazza Indipendenza.

libia-tripoli-la-piazza-dei-martiri-di-tripoli

  • La Cattedrale di Tripoli

La Cattedrale di Tripoli fu edificata nel periodo del colonialismo italiano in Libia. Venne costruita dal 1923 al 1928 su disegno di Saffo Panteri di forme neoromaniche con una cupola di 46 metri, affiancata da uno slanciato campanile. Nel 1970, con l’esodo degli italo-libici, è stata trasformata nella moschea di Maidan al Jazair.

libia-tripoli-la-cattedrale-di-tripoli

  • Il Museo Jamahiriya di Tripoli

Il Museo Jamahiriya di Tripoli si trova nella capitale della Libia. Nel museo è presente una grande collezione di arte classica.

libia-tripoli-il-museo-jamahiriya-di-tripoli

  • Street Murals di Tripoli

Street Murals si possono trovare in molte parti della città di Tripoli. Si tratta di una delle attrazioni da vedere quando si va in vacanza a Tripoli.

libia-tripoli-street-murals-di-tripoli

Ricordatevi

Queste non sono le uniche attrazioni a Tripoli, ma non si può fare una lista esaustiva considerando che spesso che le cose che cerchiamo di vedere e provare variano da persona a persona.

La cosa ottimale, quando si visita una nuova città, sarebbe quella di conoscere anche la storia, la cultura, le tradizioni, gli usi e i costumi, imparare qualche termine della loro lingua, assaporare i cibi, respirare l’atmosfera ecc. Sicuramente per fare ciò serve molto tempo a disposizione, ma anche molto denaro che purtroppo la maggior parte delle persone non dispone.

Buon viaggio e buon divertimento a Tripoli!

 

 

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *