Buon Sabato

Buona giornata con Bobbio, Emilia-Romagna

bobbio piazza

Bobbio è un grazioso comune emiliano costituito da appena 3500 anime, che lascia un dolce ricordo di se per il suo fascino medievale. Tra le architetture che rendono magica l’atmosfera non si può non citare il ponte romano ad 11 arcate noto come “Ponte del Diavolo“. Secondo un’antica leggenda, questo fu progettato con una forma irregolare dal Diavolo in persona, il quale intendeva scoraggiare i monaci ad attraversare il fiume Trebbia.

Nel cuore della Val Trebbia, in Emilia Romagna, c’è un posto che sembra fermo al medioevo. È Bobbio, in provincia di Piacenza, un piccolo centro dalla storia antichissima, dove vi sembrerà di fare un viaggio indietro nel tempo fino alle sue origini, indissolubilmente legate all’Abbazia di San Colombano che oggi ospita un importante museo. 

Perché visitarlo? Perché Bobbio è il borgo più bello d’Italia, ha appena conquistato il titolo di borgo dei borghi 2019. In questo articolo abbiamo realizzato una guida a cosa vedere a Bobbio e dintorni in uno o più giorni. 

BOBBIO

Attraversato dal fiume Trebbia, Bobbio è un piccolo gioiello incastonato alle pendici del Monte Penice. Visitarlo significa fare un viaggio nel medioevo, il suo centro storico infatti è perfettamente conservato, il miglior modo per scoprirlo è perdendosi tra le viuzze lastricate del centro storico alla scoperta di palazzi, case in pietra, corti e chiese. 

Il simbolo della città è il famoso ponte in pietra, il ponte Gobbo lungo 273 metri e formato da 11 archi diseguali posti a diverse altezze. La primitiva costruzione del ponte risale all’epoca romana, anche se la prima notizia certa risale al 1119. 

Godetevi il paesaggio circostante, fatto di vallate, verde e curve mozzafiato che potrete ammirare salendo fino al borgo. Una volta giunti nei pressi del borgo, parcheggiate l’auto e percorrete il Ponte sul fiume su cui aleggiano miti e leggende, vi condurrà in atmosfere di altri tempi. 

COSA VEDERE

Cosa c’è da vedere a Bobbio? Il borgo è molto piccolo e si può visitare comodamente in una giornata. 

  • Abbazia di San Colombano

Fondata nel 614 da San Colombano, la famosa abbazia si trova nel cuore della città. È intorno ad essa che si è sviluppato tutto il paese. L’abbazia per tutto il Medioevo fu uno dei più importanti centri monastici d’Europa. Tutto il complesso è formato dalla Basilica, dal Chiostro, dai Giardini, dalle celle e dallo scriptorium. Oggi l’Abbazia è sede del Museo della Città 

  • Castello Malaspina 

Non troppo distante dall’Abbazia, il Castello Malaspina, risalente al ‘300 è stato teatro di scontri tra i Guelfi e i Ghibellini di Piacenza. Oggi del Castello se ne può vistare la torre da cui ammirare una vista mozzafiato sulla Val Trebbia.

  • Duomo di Santa Maria Assunta

Sull’omonima piazza del Duomo non perdete una visita al Duomo risalente al XI secolo, presenta una decorazione moderna nelle tre navate e una settecentesca nel presbiterio e nella cupola del transetto. Nella cappella di San Giovanni, cui si accede dal transetto di destra, si può ammirare uno stupendo affresco della seconda metà del quattrocento, raffigurante l’Annunciazione.

  • Palazzo Trecentesco

È senza dubbio il palazzo più interessante di Bobbio, caratterizzato da un portico con archi gotici che ospita ancora una antica bottega, che presenta ancora un raro esempio di vetrina medievale.

  • Convento di San Francesco 

Fuori dalle mura della città raggiungete la chiesa e il monastero di S. Francesco che risalgono al 1230. La facciata della chiesa che subì notevoli modificazioni, mentre il monastero conserva ancora la sua struttura originaria. Non perdete una visita al chiostro del XV secolo.

  • Museo della Città

Il museo della Città, situato nei locali dell’ex refettorio del Monastero di San Colombano,offre un percorso didattico introduttivo all’intera città. La prima sezione è dedicata alla vita e le opere di San Colombano, ai rapporti con la corte longobarda e ai legami con l’irlanda mentre nella seconda sala è descritto il complesso abbaziale da un punto di vista architettonico e l’attività dello scriptorium che fece di Bobbio il maggior centro di diffusione della cultura in Italia settentrionale.

DINTORNI 

  • Santuario di Santa Maria in Monte Penice
  • Grazzano Visconti
  • Brugnello 
  • Castello di Rivalta
  • Travo
  • Piacenza

COME ARRIVARE

Per raggiungere Bobbio occore prendere l’Autostrada A1 fino a Piacenza Sud e subito dopo il casello seguire l’indicazione per Bobbio, percorrendo la statale 45 per Bobbio e la Val Trebbia. 

FOTO

Related posts

Buon Venerdì
LIFESTYLE

Buon Venerdì

Ottobre 30, 2015

Buon  Martedì
LIFESTYLE

Buon Martedì

Ottobre 8, 2019

Buon martedì
LIFESTYLE

Buon martedì

Ottobre 28, 2014

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *