Buon Sabato

Buongiorno a tutti amici. Questa mattina vi espongo, con piacere, qualche nozione sull’Ortensia.

Comunemente note come Ortensie, il genere Hydrangea comprende diverse specie di piante legnose arbustive appartenenti alla famiglia delle Hydrangeaceae. La peculiarità di questa pianta, originaria dell’Asia e in particolar modo dell’Himalaya, è quella di avere i fiori riuniti in infiorescenze più o meno sferiche, dette corimbi o pannocchie, che portano fiori per lo più sterili, soprattutto quelli esterni. Questi fiori esterni, sono sostituiti dai sepali, grandi e a forma di petalo. L’Ortensia è una pianta coltivata in Cina fin dai tempi della dinastia Ming e, oggi, la si può trovare in diverse tonalità di colori: dal bianco al blu passando dal rosa al violetto. In tutto questo troviamo un’altra particolarità dell’Ortensia. Infatti, il suo colore dipende unicamente dalla composizione del terreno in cui cresce: se ricco di ferro il suo colore tenderà al viola-blu, mentre se ne è povero tenderà al rosa-bianco.

La leggenda narra che l’esploratore naturalista, Philibert Commerson, diede questo nome all’Ortensia perché la dedicò alla sua amante Hortense Barrè, che l’aveva accompagnato, vestita da uomo, nella spedizione guidata da Bouganville.

L’Ortensia viene regalata per rivelare l’amore o un ritorno di fiamma, ma il suo significato varia in base al suo colore: l’Ortensia bianca indica la nascita dell’amore e sta a significare che tutti i pensieri sono rivolti alla persona amata; l’Ortensia blu si regala ad un’amante capricciosa per cui però si prova un amore ardente e profondo; l’Ortensia rosa assume, invece, il significato dell’unicità dell’amore e l’invito a consumarlo.

Related posts

Buona Domenica
LIFESTYLE

Buona Domenica

luglio 15, 2018

Buon Lunedì
LIFESTYLE

Buon Lunedì

dicembre 4, 2017

Buon Sabato
LIFESTYLE

Buon Sabato

luglio 25, 2015

Buon Sabato
LIFESTYLE

Buon Sabato

maggio 14, 2016

Buon Martedì
LIFESTYLE

Buon Martedì

novembre 12, 2019

Buon Sabato
LIFESTYLE

Buon Sabato

settembre 30, 2017

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *