Buon Venerdì

 Il mare più bello della Sicilia? Facile, basta consultare l’edizione 2018 di “Il mare più bello”, la guida alla vacanze di qualità sulle coste dei mari e laghi italiani realizzata da Legambiente e Touring Club Italiano. In questa edizione le cinque vele – assegnate ai luoghi che hanno puntato sulla buona gestione del territorio, su servizi d’eccellenza, sulla manutenzione dei centri storici – sventolano su 17 comprensori marini.

“Il Mare più bello” non assegna più le vele ai singoli comuni, ma all’intero comprensorio turistico, ovvero a un territorio più ampio che coinvolge più amministrazioni comunali. Una scelta dettata dal fatto che chi va in vacanza difficilmente si ferma davanti ai confini amministrativi ma visita spesso un territorio più ampio.

La guida descrive 44 comprensori su un totale di 96: è quindi una selezione del meglio delle nostre coste, da nord a sud. Senza dimenticare i laghi, anche quest’anno presenti in una sezione speciale della guida (per saperne di più, leggi la notizia della presentazione della guida oppure clicca qui per acquistarla online).
La spiaggia di San Vito Lo Capo (Tp)
IL MARE PIU’ BELLO DELLA SICILIA

Ed eccoci in Sicilia, che nel 2018 vanta quattro comprensori con 5 vele. La parte del leone la fanno gli arcipelaghi e le piccole isole che la circondano, mentre sulla terraferma, se così possiamo definirla, solo un’area si conferma al top. Ecco nel dettaglio i tre comprensori e le motivazioni delle 5 vele.

1. ISOLA DI USTICA (Pa) – Può vantare la prima area marina protetta istituita in Italia. L’amministrazione ha saputo dare una violenta accelerazione alle politiche di tutela ambientale con la realizzazione di un desalinizzatore che consente il risparmio del 75% di energia elettrica e prevedendo il riutilizzo a scopo irriguo delle acque chiare.

Il dissequestro dell’area di trasferimento dei rifiuti, bloccata da anni, ha permesso di partire con la raccolta differenziata. Infine l’impiego delle canoe a fondo trasparenteper apprezzare la meglio la zona A della riserva. Questa e altre iniziative hanno fatto registrare un vero e proprio boom dell’affluenza turistica con incrementi percentuali a due cifre nel corso del 2017.

2. ISOLA DI SALINA (Me) -Nel corso di quest’ultimo anno sull’isola siciliana sono state portate avanti importanti iniziative di salvaguardia ambientale.

Importante slancio è stato dato alla programmazione e progettazione di azioni di difesa degli abitati e del litorale, soggetto a continua e costante erosione, così come per la messa in sicurezza di alcuni torrenti e costoni rocciosi. Entro fine anno dovrebbero essere avviati i lavori di salvaguardia della costa tra località Nero e il Faro di Punta Lingua, mettendo in sicurezza tutta l’area del Laghetto, sito archeologico e riconosciuta come Z.P.S. per l’alta valenza naturalistica, nonché del circostante abitato.
3. LITORALE NORD TRAPANESE (Tp) – È un tratto di costa tra i più suggestivi e ricchi dell’intera isola. Incastonata fra il promontorio di Monte Cofano e la riserva dello Zingaro quest’area, guidata sapientemente dalle iniziative del Comune di San Vito lo Capo, alterna coste frastagliate, spiagge imponenti e altrettanto maestose falesie a picco sul mare. La lotta al piccolo abusivismo edilizio ha portato all’abbattimento di numerosi manufatti. Esemplare anche il lavoro che è stato fatto per promuovere il tema dell’accessibilità presso le strutture turistiche.
4. ISOLA DI PANTELLERIA (Tp) – È la new entry del 2018, la nuova località a 5 vele, nonché una delle più grandi e suggestive isole minori italiane. Famosa per i vitigni ad alberello e per gli antichi terrazzamenti a picco sul mare che disegnano un paesaggio particolarmente pittoresco, l’isola e la sua piccola comunità hanno saputo custodire un territorio ancora integro con eccezionali emergenze naturalistiche e geologiche. Dopo il violento incendio del 2016 è stato istituito il Parco nazionale che ha permesso finalmente l’avvio di un’intensa opera di promozione e tutela.
Di questi comprensori, come di tutti quelli segnalati, la guida indica le spiagge più belle e le iniziative per l’estate, i consigli di un esperto del territorio per scoprire alcune chicche, una selezione di strutture dove dormire e mangiare. In molti casi, poi, propone anche itinerari di visita nell’entroterra.
Cala Bue Marino a Favignana
LE 10 MIGLIORI LOCALITA’ DI MARE DELLA SICILIA
secondo la guida Il mare più bello 2018 Tci-Legambiente
TOP 5 DELLE COSTE DELLA SICILIA
1. San Vito lo Capo (Litorale nord Trapanese) – 5 vele
2. Custonaci (Litorale nord Trapanese) – 5 vele
3. Erice (Litorale nord Trapanese) – 5 vele
4. Noto (Golfo di Noto, Siracusa) – 4 vele
5. Portopalo di Capo Passero (Golfo di Noto, Siracusa) – 4 vele

TOP 5 DELLE PICCOLE ISOLE CIRCOSTANTI

1. Ustica – 5 vele
2. Salina, Eolie – 5 vele
3. Pantelleria – 5 vele
4. Favignana, isole Egadi – 4 vele
5. Lampedusa e Linosa (Isole Pelagie) – 4 vele

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *