Buon Venerdì

Oggi ci fa piacere darvi il nostro buongiorno parlandovi dell’ UTILITA’ DI FRUTTA PER GLI SPORTIVI, ma che , ovviamente, è un concetto valido per tutti.

La frutta é, per gli sportivi, un’incredibile risorsa che non dovrebbe mai mancare in tavola. E’ importante ricordare che, grazie alla GDO (grande distribuzione organizzata), siamo abituati a consumare ciò che desideriamo in ogni momento nell’anno. Questo ha, però, portato a dimenticare la stagionalità della frutta e degli ortaggi, un dato troppo spesso trascurato sebbene molto utile perché la frutta fresca di stagione contiene nutrienti in quantità sensibilmente maggiore rispetto a quella conservata per lungo tempo in celle frigorifere. Quindi la parola d’ordine è cercare il più possibile di scegliere la “Frutta di Stagione” per ogni periodo dell’anno che sia ideale per apportare le giuste quantità di nutrienti utili al nostro organismo per funzionare al meglio.

I nutrienti della frutta

Tutti gli sportivi sanno che, per praticare sport in modo efficiente, è necessario introdurre molta acqua durante la giornata, soprattutto durante le stagioni calde e quando ci si sottopone a sedute di allenamento intense. Non tutti riflettono, però, sul fatto che l’acqua non si beve solamente, ma può anche essere introdotta con gli alimenti e che, proprio la frutta, è una delle principali fonti di acqua della nostra alimentazione. Grazie alla significativa quantità d’acqua che la compone, la frutta é certamente uno degli alimenti più dissetanti a nostra disposizione, quindi è preferibile consumarla in grandi dosi giornaliere per apportare il giusto contenuto di acqua utile a far funzionare al meglio organismo.

Il fruttosio (o zucchero della frutta) è l’altra componente principale, presente in quantità variabili in base al tipo di frutta e al grado di maturazione, ed è un nutriente estremamente utile sia per gli sportivi che per i diabetici, ovvero quei soggetti che hanno patologie legate al metabolismo dei carboidrati. Il fruttosio, essendo insulino-indipendente, a differenza degli altri zuccheri non incide sulla glicemia ematica, risultando quindi molto efficiente anche come “benzina” da assumere prima o durante la competizione. Non è quindi un caso se gli integratori energetici (idrosalini e non) contengono spesso questo tipo di carboidrato. Ovvio che come anche per tutti gli altri nutrientri utili al nostro organismo per funzionare al meglio bisogna sempre fare attenzione alla quantità di Fruttusio e quindi di frutta che mangiano in un’unica soluzione , che sia come frutta fresca o come prodotto di integrazione.

Altri nutrienti da non trascurare sono sicuramente le vitamine A e C, che assicurano un’efficace azione antiossidante (da non trascurare per gli sportivi, soggetti a stress radicalico molto elevato) e i sali minerali (Fosforo, Calcio, Magnesio, Ferro e Iodio abbondano), seppur in quantità variabili, in tutti i frutti e non possono mancare in una dieta sana ed equilibrata.

La frutta per lo sportivo

Alla luce di quanto abbiamo visto, la frutta non può mai mancare dalla dieta di uno sportivo. Può essere mangiata alla fine dei pasti principali, come spuntino di metà mattina o pomeriggio, anche sotto forma di frullati o spremute che possono essere utilizzate anche come substrato per sciogliere, prima o dopo l’attività, integratori energetici in polvere specificamente studiati per lo sportivo. Vista la ricchezza di nutrienti della frutta, lo Staff di Ricerca & Sviluppo EthicSport ha studiato SportFruit®, una gelatina di vera frutta arricchita con minerali utili all’attività sportiva, un energetico efficace, utile e pratico, che può essere consumato come razione pre-gara o come alimento energetico durante lo sforzo quando questo è particolarmente prolungato. Come per tutti gli integratori è preferibile sempre utilizzarlo e provarlo durante la preparazione atletica e allenamenti specifici , prima di poterlo utilizzare in gara, tutto ciò per abituare organismo a utilizzarlo al meglio !

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *