Caldo, caldissimo, rovente: arriva Flegetonte

Estate anomala, temperature sopra la media: 36 gradi a partire da giovedì. Le ore più calde? Tra le 18 e le 19

di Anna Ghezzi

Caldo come nell’estate del 2003, la più rovente di sempre, quattro mesi con la colonnina di mercurio fra i 30 e i 40 gradi. Questa volta andrà un po’ meglio, nel senso che l’ondata durerà meno. Ma le temperature non ci risparmieranno: sei gradi sopra la media, da giovedì la colonnina di mercurio supererà i 36 gradi e salirà di un grado al giorno almeno fino a lunedì, mentre le minime non scenderanno sotto i 20.

Arriva Flegetonte. Flegetonte nella mitologia greca è il fiume del fuoco che scorre nell’Ade, negli inferi, e confluisce nell’Acheronte. E’ stata chiamata così l’ondata di caldo che sta per arrivare sull’Europa, risalendo dai tropici. “Si tratta della più grande anomalia degli ultimi 50 anni _ spiega Tommaso Grieco di Paviameteo _ Le estati fino a qualche anno fa in Europa erano caratterizzate dall’anticiclone delle Azzorre, quello Sub tropicale stava più a sud, nel Nord Africa, e influenzava il clima di Sicilia, Calabria, Puglia, Sardegna, Basilicata. Negli ultimi 40 anni però l’anticiclone Sub tropicale ha iniziato a essere sempre più invadente, a spingersi a nord”.

L’anticiclone delle Azzorre che fine ha fatto? Caldo sì, ma non troppo. Così ce lo ricordiamo. Ma l’anticiclone del colonnello Bernacca è stato soppiantato. “In parte è colpa della circolazione dell’atmosfera _ spiega Grieco _ La linea di convergenza intertropicale dovrebbe essere a livello dell’equatore ma ultimamente è sempre più elevata rispetto alla norma, come se una mano spingesse l’anticiclone Sub tropicale a salire sul mediterraneo. Ora poi una depressione al largo delle coste portoghesi ha peggiorato la situazione: se una depressione affonda dal nord Atlantico fino sulle Azzorre, dove dovrebbe nascere l’anticiclone omonimo, l’anticiclone Sub tropicale trova spazio. E mentre da noi il caldo sarà accettabile, anche se sopra la media, Francia e Spagna faranno i conti con un’ondata di caldo ben oltre i 40 gradi”.

Mercoledì le temperature arriveranno ai 34 gradi, ancora nella norma. “Da giovedì _ dice Grieco _ l’anticiclone sub tropicale passerà dalla Spagna e dalla Francia verso Est e ingloberà il nord Italia. Avremo giorno dopo giorno temperature sempre più alte”. Ovvero punte di 35 gradi giovedì intorno alle 18, 36 venerdì, tra sabato e domenica fino a 39 gradi possibili.

Fa più caldo alle 18. “In questa zona _ spiega Grieco _ le massime da metà giugno a settembre si registrano tra le 18 e le 19 e non alle 13 o alle 14 come si crede”. i picchi saranno in particolare nella zona del Pavese orientale, intorno a Spessa Po, e nelle aree appena a sud della città, il Siccomario e Cava Manara, Castelletto di Branduzzo. “Tra le aree più calde anche quelle de vogherese”, spiega Grieco. Pavia invece solitamente è più fresca: merito del Ticino. “Ma si boccheggerà anche qui _ dice il meteorologo _ il venticello di queste mattine resterà solo un ricordo e conun tasso di umidità in crescita cresce anche la sensazione di caldo”. Quanto durerà? Ancora non è possibile prevedere quando Flegetonte tornerà a sud, verso l’Africa. “Ma da metà luglio _ dice Grieco _ qualcosa potrebbe cambiare”.

Il caldo mortale del 2003. Furono 35mila i decessi attribuiti al caldo in Europa, in particolare in Francia, Spagna e Italia, dove, secondo l’Istituto nazionale di statistica le morti durante l’estate del 2003 furono 18000 in più rispetto all’anno precedente, il Ministero della Salute italiano indicò in 4000 le morti in Italia attribuibili all’ondata di calore anomala e prolungata che raggiunse il suo apice nei primi 10 giorni di agosto: quasi 42 gradi a Torino l’11 agosto, il record

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *