Cancello ed Arnone – Assolta la prof.ssa Angela Graziano

All'epoca dei fatti fu trovata con una scheda elettorale in tasca

Prosciolta dal reato di violazione della legge elettorale la professoressa Angela Graziano. Sono state accolte in pieno le richieste del difensore, l’avvocato Ferdinando Letizia che ha dimostrato l’estraneità ai fatti della sua assistita.

Questa la decisione del pubblico ministero De Ponte presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere che dopo un anno di indagini ha deciso di archiviare il fatto.

I fatti contestati risalgono al maggio dello scorso anno quando il Comando di Castel Volturno diede il via alle indagini nei confronti della donna.

In base a quanto emerge dall’impianto accusatorio, nel corso dei preparativi della campagna elettorale, la donna ricopriva il ruolo di presidente di seggio e al momento della preparazione delle schede elettorali all’interno della tasca dei pantaloni venne rinvenuta una scheda in bianco.  E’ stato così che si è dato il via alla fase delle indagini

Accuse che poi nel corso del tempo sono cadute in quanto la difesa è riuscita a dimostrare l’estraneità dai fatti della donna.

Mariangela Piccolomo