Caserta – Animali d’affezione, dal tavolo tecnico gli spunti per una nuova legge regionale

Capacchione: randagismo business per le mafie. Marciano: pronto a seguire il percorso della nuova legge regionale

Si è svolto questo pomeriggio all’Hotel Royal di Caserta il primo tavolo tecnico tra alcune associazioni animaliste e alcuni rappresentanti istituzionali del PD per discutere dell’urgenza e dell’opportunità della modifica della legge regionale 16/01 sulla tutela degli animali d’affezione e la prevenzione del randagismo.

L’incontro è stato introdotto dal segretario cittadino del PD, Enrico Tresca, che ha manifestato la ferma intenzione di assumere come tema del partito l’annosa questione del randagismo in Campania.

La senatrice del PD, Rosaria Capacchione, ha sottolineato come la gestione del randagismo in Campania sia diventata un affare per le ecomafie che, sul business dei randagi e sui canili lager, hanno trovato un’ulteriore forma espressiva sul territorio regionale.

È intervenuto anche l’assessore Franco De Michele, con delega al canile municipale di Caserta, il quale ha illustrato lo strumento amministrativo del Regolamento per la tutela degli animali d’affezione già approvato dalla Giunta e in via di approvazione presso il Consiglio Comunale e ha manifestato l’opportunità che detto strumento amministrativo sia adottato anche dagli altri Comuni.

Numerosi sono stati gli spunti critici forniti dai rappresentanti delle associazioni animaliste (presente al tavolo Nati liberi Caserta, Animalisti sammaritani, Operazione C Ottaviano, SPES Grumo Nevano, Movimento Animalista Aversa, SOS randagi San Felice a Cancello, Terra in vita Frignano) che hanno affermato, con forza, la necessità e l’urgenza di apportare modifiche alla legge regionale 16/01, nell’ottica dell’emanazione di una nuova legge che sia concretamente confacente alle reali esigenze del territorio regionale.

Sulla scorta di quanto emerso dal tavolo tecnico, il consigliere regionale del PD, Antonio Marciano, ha assunto l’impegno concreto a farsi promotore di un percorso condiviso con le associazioni per una proposta di legge che superi le lacune della legge regionale 16/01 e che possa fungere da strumento atto alla disciplina concreta dei problemi che emergono dal fenomeno randagismo in Campania.

1

2

3

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *