Caserta – “Con Volalto osare costa poco”, questo lo slogan scelto per lanciare la campagna abbonamenti 2014/15.

“Con Volalto osare costa poco”, questo lo slogan scelto dalla società rosanero per lanciare la sua campagna abbonamenti per la stagione agonistica 2014/15.
Parafrasando la storica massima rosanero: Vola alto solo chi osa farlo, la società ha così idealmente voluto lanciare questa sua prima campagna di tesseramento.
Cinque euro è il costo del singolo tagliando d’ingresso alle partite, mentre il costo dell’abbonamento per l’intero campionato (13 gare) è di trenta euro. Per gli under 15 l’ingresso è gratuito. Non ci sono settori predefiniti, i posti sono, quindi, liberi.
“ Ci auguriamo una buona riposta di pubblico- spiega il presidente volaltino, Agostino Barone -. Nonostante i costi di gestione siano lievitati in misura esponenziale rispetto alla scorsa stagione, abbiamo, comunque, voluto che il prezzo d’ingresso ed il costo dell’abbonamento fossero decisamente contenuti. Speriamo – conclude il massimo dirigente rosanero – di avere una concreta riposta dei nostri tantissimi tifosi, degli amanti di questo sport e di chi giorno dopo giorno si sta sempre più avvicinando a questo meraviglioso mondo della pallavolo. La serie A è un traguardo storico per noi e per la nostra città. Vogliamo che ogni incontro interno diventi una occasione di festa da condividere con quante più persone possibili. L’aiuto dei nostri supporter sarà certamente la nostra arma in pù per continuare a sognare”.

Per info e prenotazioni si può contattare tutti i giorni dalle 14 alle 22:00 il numero 388-7240684, oppure recarsi al Palazzetto dello Sport di Viale Medaglie d’Oro il martedi, mercoledì e giovedì dalle 19:30 alle 22:00 ed il venerdì dalle 15:18.
Possibile, inoltre, acquistare l’abbonamento attraverso internet. Basta collegarsi al sito ufficiale del club: www.volalto.net, seguire la sezione specifica dedicata all’acquisto del carnet e pagare attraverso il sistema Paypal.

Antonio Luisé

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *