Caserta. Fuoco e fiamme per le primarie PD. Parla Carlo Scatozza e compare la nomination di Arturo Di Palo

 BY GIOVANNA PAOLINO
Si prevedono questa sera fuochi e fiamme nella sede di via Maielli  dove si riunira’   il Coordinamento Cittadino del Pd  che insieme al Senatore Franco Mirabelli, Commissario Provinciale del partito , dovrebbe elaborare i criteri per lo svolgimento delle primarie del centro-sinistra la cui convocazione e’ prevista per domenica 10 aprile.
E, per le primarie del 10 aprile , si parla di un duello tra Carlo Marino e Arturo Di Palo Presidente del Pd nel capoluogo.
Sono certamente le primarie della discordia queste del centro- sinistra casertano in vista delle prossime elezioni amministrative. Prima fissate per il 3 marzo, poi sospese ; infine, ritornate in gioco contro tutto e tutti. Primarie che le varie aree  del partito, insieme con una parte degli alleati del centro sinistra,  non vogliono .
Questa sera, dunque, il partito attende di capire dal Commissario Franco Mirabelli il quadro completo della intera situazione .Il  trade union di questa contraddittoria vicenda  sarebbe Carlo Marino, il candidato Sindaco Pd a cui cinque anni fa sarebbe stato chiesto di fare un passo indietro per favorire l’ascesa del centro- destra e che adesso e’ tornato per chiedere il conto.
La decisione , irremovibile, di Franco Mirabelli di confermare le primarie ha suscitato l’allontanamento dal tavolo di Udc , Associazione Socialisti Democratici e Terra Libera, che sostenevano la candidatura di Chicco Ceceri. Ma polemiche e dissensi si sono verificati anche in casa Pd dove la spaccatura e’ forte e dove sembrano  risultare inutili i tentativi di isolare Carlo Marino e i suoi forti addentellatti con il cento destra.
Al momento, pero’, la commissione elettorale per le primarie non ha ancora fissato alcuna convocazione per le votazioni del 10 aprile.Intanto la Senatrice Rosaria Capacchione rifiuta la candidatura a Sindaco di Caserta, sulla quale sia il Pd che il centro-sinistra avevano  espresso condivisione. Una forte responsabilita’ politica  dinanzi alla quale le primarie ritornano prepotentemente in gioco.
” Mi sembra una follia – dice Carlo Scatozza Coordinatore Provinciale Lab Dem-   tenere le primarie a pochi giorni dalla presentazione delle liste “. Una tesi , questa, condivisa anche dall’area Rifare l’Italia  di cui e’ leader Rosaria Capacchione.
” Si tratta di capire- dice Carlo Scatozza – se le condizioni che i tre candidati , Enrico Tresca , Enzo Battarra e Andrea Boccagna, hanno denunciato nel momento in cui si sono autosospesi dalla candidatura esistono ancora oppure no”. Come si ricordera’ i tre candidati dichiararono in modo chiaro la loro volonta’ di non concorrere al fianco di Carlo Marino  fautore di aperture nelle sue liste ad importanti personaggi del centro- destra casertano. Attualmente, si dice che  tra i sostenitori di Carlo Marino vi sia Enzo Ferraro,  gia’ ViceSindaco nella giunta Del Gaudio.
Insomma , Carlo Marino e’ o non e’ troppo invischiato nel centro- destra ? E se cosi’ fosse perche ‘ il Commissario Mirabelli ora inverte la rotta delineata dal partito ? Molti punti sono ancora da chiarire  anche alla luce del fatto che al tavolo interpartitico di martedi’ scorso hanno preso parte personaggi politici importanti, – come Giuseppe De Mita , espressione di un assessore regionale di riferimento- rinviati al mittente in nome di primarie che nessuno vuole.
” Se si andasse alle  primarie- continua Carlo Scatozza- vi sarebbero, oltre che obiezioni di merito, anche notevoli problemi di ordine burocratico  che il tempo a disposizione non consente di risolvere in modo adeguato”.
Innanzi tutto, trattandosi di primarie di centro sinistra  ciascuno dei candidati in corsa dovrebbe portare il 35% delle firme degli iscritti , che rapportati all’anno 2014 , dovrebbero essere 440.
Di fatto , a questo punto, i candidati per le primarie dovrebbero essere due :  sicuramente l’irremovibile Carlo Marino contro cui dovrebbe scontrarsi , secondo i rumors, Arturo Di Palo .
” Quello che sta accadendo –  precisa Carlo Scatozza- non e’ un fatto positivo. I tre candidati alle primarie hanno denunciato una situazione in atto. Ora chiediamo al Commissario Mirabelli : il quadro e’ mutato?”.
Questa sera la risposta.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *