Cena con delitto a Recale

RECALE – ORATORIO S. ANTIMO:

SPOPOLA LA CENA CON IL DELITTO 

 

Ha superato ogni più rosea aspettativa la Serata Evento: Cena con delitto realizzata dall’oratorio S.Antimo, venerdì scorso, 6 luglio, nell’ambito del programma estivo: Sere D’estate#NessunoEscluso – Ed.2018.

L’organizzazione impeccabile ha fatto sì che tutto filasse liscio e la riuscita della manifestazione si deve soprattutto ad un consapevole e accorto lavoro di squadra: ciascuno, dall’ambientazione alla cucina – curata dalle mamme – dal servizio ai tavoli alla messa in scena – curata dagli animatori – ha fatto la sua parte con dedizione e cura.
La cena con il delitto, tratta dalla storia I Gioielli di famiglia della scrittrice recalese Donatella Perullo, ha visto trasformare il cortile dell’oratorio nella plancia di una nave da crociera, sulla quale un ricco signore aveva invitato i suoi più cari amici per festeggiare il suo anniversario di matrimonio.

Durante la cena – che non aveva nulla da invidiare a quella di un vero ristorante – gli attori/animatori  hanno interpretato i vari personaggi che hanno guidato gli spettatori /commensali verso la soluzione del giallo, attraverso il racconto;  Ognuno di loro aveva un  movente per uccidere, e trovare il vero colpevole e la ragione del delitto non era molto semplice … chi è stato? e perché? A queste domande erano chiamati a rispondere i 150 invitati alla cena e sono stati 7 quelli che hanno indovinato!
La serata di venerdì è stata la dimostrazione concreta del valore dell’unione e della collaborazione, in una parola: l’importanza dell’unione che fa la forza. Ed è una vera e propria forza la comunità di Recale, che da sempre si attiva per raggiungere l’obiettivo della costruzione di una struttura per un Oratorio, che possa consentire ai ragazzi di aggregarsi serenamente.

Le attività dell’Oratorio estivo, a Recale, quest’anno, palesano una comunità in cammino che riscopre il gusto dello stare insieme, per genitori e ragazzi: uniti per lo stesso obiettivo, ma con mansioni diverse. Un oratorio alternativo che si svolge di sera, con tante proposte vissute insieme, con il piacere di una partecipazione elevatissima: da Giochi senza frontiere, alle proiezioni di film, alla Caccia al tesoro per le vie del paese, alla Via Lucis, a Masterchef e tante altre …

Un plauso speciale va a Daniela De Bartolomeo, direttrice dell’Oratorio S. Antimo e ideatrice di alcune delle attività; alle mamme, che si sono proposte e attivate per rendere indimenticabile la serata, con le prelibatezze preparate; ai giovani che hanno garantito il servizio ai tavoli; ai giovani che hanno interpretato il racconto; al parroco Don Carmine Ventrone che – notoriamente sensibile alle iniziative rivolte al miglioramento della vita comunitaria – ha appoggiato l’iniziativa con entusiasmo, elogiando il lavoro fatto da tutti in modo impeccabile. Anche il Dottor Raffaele Porfidia, sindaco di Recale, presente alla kermesse, ha manifestato un altissimo gradimento per il progetto.

Caterina Vesta

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *