“COME VENTO SELVAGGIO” DI SVEVA CASATI MODIGNANI

Mistral Vernati, il grande pilota di Formula Uno, giace nel reparto di terapia intensiva del Policlinico di Milano. E’ in coma da giorni, da quando uno spaventoso incidente lo ha lasciato esanime ai bordi della pista di Monza e il traguardo del quinto titolo mondiale, che pure sembrava a portata di mano, è svanito per sempre.

Fuori da quella stanza quieta, in cui la vita dipende da sofisticate apparecchiature e i medici si alternano vigili ed efficienti, si accalca una piccola folla spinta da motivazioni diverse, a volte inconfessabili. La dolce Maria, il primo e unico amore del campione; la madre Adèle, che non ha mai capito quel suo figlio forte e ribelle; Chantal Honfleur, la moglie aristocratica e glaciale che vuole rovinarlo; Gianni Strauss, che tenta, senza riuscirci, di assomigliare a suo padre, il grande Peter, il miliardario generoso che ha pagato duramente l’aver osato farsi giustizia da sè; Raul Romero, che ha provocato lo scontro fatale e che ora non si dà pace; e i figli, Manuel e la piccola Fiamma, soprattutto, la bambina down che tutto vede e intuisce…

E intanto, in quel letto d’ospedale, il cuore di Mistral continua ostinatamente a battere. In “Come vento selvagio” Sveva Casati Modignani ha evocato un mondo in cui il coraggio  la paura, la vita e la morte, l’amore e l’odio si intrecciano inestricabilmente e ha creato con mano felicissima una schiera di personaggi affascinanti le cui vicende si snodano, appassionanti e appassionate, tra passato e presente in un romanzo davvero indimenticabile.

SVEVA CASATI MODIGNANI

Dietro lo pseudonimo di Sveva Casati Modignani si nascondono Bice e Nullo Cantaroni, due giornalisti milanesi che hanno lavorato per anni per diverse testate e che scrivono insieme dal 1958. Già autori di tre libri-inchiesta, editi da Sperling & Kupfer, nel 1981 hanno esordito con il loro primo romanzo, firmato con lo pseudonimo, Anna dagli occhi verdi (5 edizioni, più di 300.000 copie vendute). Nel 1982 Sveva Casati Modignani ha pubblicato il romanzo Il barone, seguito nel 1983 da Saulina (Premio Selezione Bancarella nel 1984). Nel 1985 è uscito il best-seller Come stelle cadenti, seguito nel 1986 da Disperatamente Giulia. Quindi ha pubblicato: Donna d’onore (1988), E infine una pioggia di diamanti (1989), Lo splendore della vita (1991), Il cigno nero (1992), Come vento selvaggio (1994), Il corsaro e la rosa (1995), Caterina a modo suo (1997), Lezione di tango (1998), ecc.
Dai suoi best-seller – di cui ha venduto circa sei milioni di copie – sono stati tratti alcuni film e sceneggiati televisivi di successo

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *