Comunicato del segretario cittadino PD Enrico Tresca

Ultimamente va di moda utilizzare il tema animalista per farsi campagna elettorale. Va di moda senza motivo, atteso che le leggi a tutela degli animali d’affezione sono leggi dello stato e, in quanto tali, vanno rispettate. Un buon amministratore è tenuto a rispettarle e a farle rispettare. Non si comprende quale clamore dovrebbe esserci sullo svolgere, con “scienza e coscienza”, il proprio mandato. La candidata alla Camera di Forza Italia, invece, addirittura sostiene di “aver salvato” il canile di Caserta. Duole dirlo, ma gli atti, anche quelli  dell’epoca del mandato di consigliera comunale di questa candidata, dicono altro. Prima dell’amministrazione Marino il canile di Caserta era sotto sequestro per difformità strutturali; prima dell’amministrazione Marino sul capitolo di bilancio del canile erano appostate cifre ridicole, tanto che gli animali per quasi due anni sono stati mantenuti e curati grazie alla beneficenza dei privati; prima dell’amministrazione Marino nessuna maggioranza di governo cittadino ha speso il suo tempo a studiare ed emanare atti a tutela degli animali. La lista sarebbe lunga, ma, per fortuna, carta canta! E, proprio sul canile, non è possibile fare alcuna speculazione. Dunque, suvvia, ci sono tanti temi,  magari più scomodi, da spendere per tutelare la città  e spiegare  la propria candidatura. Lasciamo in pace gli animali, che per fortuna, a differenza di alcuni politici locali, hanno la possibilità di non raccontare quello che gli altri sanno.
Il segretario cittadino PD
Enrico Tresca

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *