Un CoNaProA da Oscar, premiato dal Ministro Martina

CASERTA/ROMA – Si è svolta presso il Centro Congressi Rospigliosi a Roma, venerdì 14 novembre, il “Salone del Made in Italy creativo che batte la crisi” dove sono state esposte le esperienze di successo più innovative dei giovani finalisti al concorso “Oscar Green”, il premio di Coldiretti svolto in collaborazione con l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Ad incontrare i giovani del Made in Italy Maurizio Martina (Ministro delle Politiche Agricole), Alessandro Fusacchia (Capo di Gabinetto del Ministro dell’Istruzione), Marco Gay (Presidente Giovani Confindustria), Maria Letizia Gardoni (delegata Coldiretti Giovani Impresa) e Roberto Moncalvo (Presidente Coldiretti) che hanno discusso sul tema “I giovani Italiani che inventano il lavoro”. Ad inaugurare i lavori il Segretario della Conferenza Episcopale Italiana, Monsignor Nunzio Galantino che subito si è rivolto ai giovani agricoltori dicendo: “Chi più di voi conosce il valore delle radici? In un periodo in cui si pensa di poter produrre i frutti senza le radici sono felice di esprimere la mia vicinanza alle vostre belle facce e alle vostre belle braccia”. A moderare Giuseppe De Filippi, giornalista Mediaset.

Su oltre cinquanta partecipanti da tutta Italia la Campania ha trionfato agli Oscar Green 2014 portando alla vittoria per la categoria “Non solo agricoltura” lo straordinario progetto del Consorzio Nazionale Produttori Apistici “C.A.R.A. Terra”.

Ad essere premiato Salvatore Sorbo, il più giovane dei soci-apicoltori del Consorzio che hanno messo gli alveari a disposizione del progetto C.A.R.A. Terra, per dar vita ad una virtuosa iniziativa di biomonitoraggio dell’ambiente, nella cosiddetta “Terra dei fuochi”. Un progetto, sostenuto da subito dal GAL Alto Casertano che ha lo scopo di trasformare gli alveari in vere e proprie centraline di biomonitoraggio, ognuna delle quali, assoldando un vero e proprio esercito di api, controlla 7 chilometri quadrati di territorio, effettuando anche 10 milioni di microprelievi giornalieri , per misurare lo stato di salute del territorio.

“Siamo una Cooperativa che alleva api per produrre miele, innanzitutto. Ma abbiamo voluto dare un contributo concreto al nostro territorio e alla sua tutela. Le nostre alleate, le api, raccolgono dati ambientali e noi li analizziamo, sotto il controllo del Responsabile Scientifico del Progetto, il prof.Antonio De Cristofaro, in collaborazione con l’Università del Molise e il Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli. Il tutto per dimostrare che la cosiddetta “Terra dei Fuochi” non è quella che ci viene raccontata”. Questa la dichiarazione del giovane Salvatore Sorbo che visibilmente commosso ha ringraziato Maurizio Martina, Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali del Governo Renzi, che gli ha consegnato il premio. “L’agricoltura, – ha dichiarato il Ministro Martina – quando incrocia le giovani generazioni raggiunge risultati che vanno oltre il fatto economico in sé. Le imprese inoltre più sono giovani e più sono polifunzionali”.

Importante il dato emerso dall’evento: i giovani lavoratori in agricoltura under 35, secondo i dati di Coldiretti, nel secondo trimestre del 2014 sono 116.000, il +14% rispetto al secondo trimestre 2013. Un dato che insieme alla vittoria del CoNaProA fa ben sperare. Una ventata di ottimismo anche per la “Terra dei fuochi”.

Adele Consola

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *