Contributi a favore dei figli riconosciuti da un solo genitore (norme ex Onmi), domande entro il 28 aprile 2017

SAN NICOLA LA STRADA – L’Ambito Territoriale C1, composto dai Comuni di: Caserta capofila, San Nicola la Strada, Casagiove e Castel Morrone, ha comunicato che entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 28 APRILE 2017 potranno essere presentate le istanze (il modello è reperibile sul sito dell’ambito C1, www.ambitoc1.it) per richiedere il contributo previsto dalle norme ex Onmi per l’erogazione del contributo dei sussidi economici a favore dei figli riconosciuti legalmente da un solo genitore, sia esso madre o padre, (art. 4 lettera c) del R.D.L. n.798/1927), ai sensi dell’art. 56 commi 1 e 2 della Legge regionale nr. 11 del 23/10/2007, che conferisce ai Comuni le competenze ex ONMI a favore dei figli illegittimi, già esercitate dalla Provincia ai sensi della Legge n. 67 del 18/03/1993. La finalità del contributo ex Onmi, prevede un sostegno economico a madri o padri solo residenti in uno dei Comuni dell’Ambito C/1. Il contributo economico viene riconosciuto a coloro che presenteranno domanda entro il termine prescritto del 28 APRILE 2017. È destinatario del beneficio il genitore, residente in uno dei Comuni dell’Ambito C/1, che da solo ha legalmente riconosciuto il figlio all’atto della nascita o con atto posteriore fino al compimento del 16° anno di età del figlio legittimato. Il modello potrà essere presentato presso l’Ufficio dei Servizi Sociali del proprio Comune dai cittadini residenti a Caserta, San Nicola La Strada, Castel Morrone e Casagiove. I requisiti richiesti per ottenere il beneficio sono: 1°) età del minore inferiore a 16 anni; 2°) residenza del minore nei Comuni dell’Ambito C1; 3°) riconoscimento del minore da parte di un solo genitore; 4°) Isee anno 2016 del nucleo familiare inferiore a euro 9.530,56 (che potrà essere presentato anche successivamente), permesso di soggiorno valido per le madri extracomunitarie.

Nunzio De Pinto

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *