Detenzione illegale di cardellini: un uomo denunciato da Carabinieri e Guardie EMPA.

E.M.P.A.
ENTE MEDITERRANEO PROTEZIONE ANIMALI
Croce d’oro
SEZIONE DI NAPOLI

Ennesimo colpo alla zoomafia sferrato dai Carabinieri del Comando Stazione di Casoria – Arpino affiancati dalle Guardie Zoofile dell’E.M.P.A. ( Ente Mediterraneo Protezione Animali).
Le Guardie sono intervenute, a seguito di segnalazione da parte dei Carabinieri durante un’operazione di Alto impatto, in via Pasolini dove all’interno di un Garage hanno rinvenuto numerosi volatili di specie protetta.
Dalla disanima delle fauna rinvenuta, le Guardie hanno subito individuato numerosi uccelli di specie protette e non detenibili, nella fattispecie cardellini (Carduelis carduelis).
Questa specie viene spesso catturata con mezzi vietati dalla legge, come reti, richiami acustici e molte delle volte da alcune esche formate da esemplari che vengono accecati facendo si che l’animale impazzendo nella piccola gabbietta dove viene detenuto, emette un canto continuo, attirando così altri simili esemplari.
Le Guardie come di consueto ricordano che la detenzione anche di un solo esemplare di questa specie è punibile penalmente in quanto trattasi di avifauna facente parte del Patrimonio dello Stato Italiano e, pertanto ne è vietata la commercializzazione.
Le Guardie, vista la dimensione del fenomeno, ultimamente sono state spesso impegnate nel contrasto ai reati di detenzione di avifauna protetta, ma come assicura il Nucleo E.M.P.A. di Napoli, malgrado la scarsità delle risorse e del carattere volontario del servizio, le indagini non si fermeranno anzi continueranno al fine di tutelare questi poveri animali alla merce di criminali che senza scrupoli svolgono l’attività illecita al loro danno.
L’E.M.P.A di Napoli esprime vivo apprezzamento ai carabinieri di Casoria Arpino per l’impegno profuso per la salvezza di questi animali ed per l’affermazione della legalità.

1

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *