Domenica pomeriggio laziale per la Luvo Barattoli Arzano

Domenica pomeriggio laziale per la Luvo Barattoli Arzano che nel alle ore 16.30 del giorno di festa è impegnata in casa della Giò Volley Aprilia in una gara fra le più difficili dell’anno. Sono tanti i fattori che devono essere tenuti d’occhio dall’allenatore Paolo Collavini. Il coach ha lavorato a lungo durante tutto l’arco della settimana per dare l’assetto voluto alla sua squadra in vista del delicatissimo test. “Giorni di lavoro particolarmente importanti, tanto allenamento ed anche la possibilità di provare situazioni individuali da sperimentare in partita ed anche nel resto del campionato. La Luvo Barattoli Arzano scenderà in campo con la consueta e proverbiale grinta per dare filo da torcere ad una squadra che ha come obiettivo la promozione in serie A. Ho anche l’opportunità di mandare in campo dal primo punto la giovane Gina Mautone e non vedo l’ora di verificare il suo apporto dall’inizio in una gara del campionato di serie B1”.

Del resto la Luvo Barattoli Arzano ha fatto del settore giovanile il suo fiore all’occhiello. Non si è ancora spento l’eco per la splendida affermazione nella Coppa Carnevale Under 14 a Castrovillari mentre tutte le altre formazioni impegnate nei tornei giovanili occupano posizioni di vertice nella classifica. Tutti fattori che concorrono a scrivere nuove pagine importanti della pallavolo giovanile regionale, dando l’opportunità a tutte le atlete di mettersi in mostra con l’opportunità, in futuro, di approdare al campionato di serie B1.

“Sono ottimista -spiega Collavini pensando al test in casa dell’Aprilia- la squadra nelle grandi occasioni ha sempre risposto bene. Faremo la nostra partita e certamente proveremo a tornare a casa con il miglior risultato possibile”.

Si gioca nella tendostruttura di via Pergolesi ad Aprilia. In campo alle ore 16.30 arbitri Alessandro Di Bella e Antonino Galia.

Per informazioni

Roberto Esse

 

339.35.96.743

esse.roberto.esse@gmail.com

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *