Dopo due stagioni le strade di Angela Gabbiadini e la VolAlto vanno a dividersi

Due anni, due campionati intensi, dal Paradiso all’infermo e poi di nuovo in Paradiso. Un anno dura un secolo, così cantava il mitico Santo California in una vecchia hit degli anni settanta, figurarsi due. Settecento trenta giorni, forse pochi, forse tanti, decisamente una rarità nello sport mordi e fuggi di questi anni.

“Lasciare Caserta significa per me lasciare un pezzo di cuore- il sentito commiato della schiacciatrice –  non è stata una decisione facile, anzi. Mi sono sentita come quattro anni fa quando per la prima volta lasciavo Bergamo, casa mia, per iniziare il mio percorso pallavolistico da professionista. Quando si instaurano dei legami di amicizia sinceri – prosegue la Gabbiadini – e riesci anche a trovare una stabilità lontano da casa poi diventa difficile staccarsi e pensare di ricominciare da capo in un’altra città, ma, purtroppo, questo fa parte del gioco. Sono certa che riuscirò ad ambientarmi ovunque ma il calore, l’affetto e il piacere della condivisione che ho trovato qui, difficilmente riuscirò a ritrovarlo altrove. Voglio ringraziare la Volalto per avermi dato l’opportunità di indossare e difendere i colori di questa città, per avermi permesso di entrare in palestra ogni giorno con il sorriso perché la passione per questo sport ci guidava e ci spronava. Ringrazio i tifosi che sono stati presenti sempre e comunque spinti dall’amore che provano per Caserta. Infine ringrazio proprio LEI, Caserta, per avermi fatto innamorare del sud, per aver portato sulla mia strada persone meravigliose, amicizie vere che sono sicura andranno oltre la distanza. Spero che questo sia solo un arrivederci, quel che è certo è che tutto quello che è stato rimarrà sempre nel mio cuore”.

Arrivata nell’estate del 2014 in rosanero, tra l’ex Foppapedretti e la Città della Reggia fu subito amore. La schiacciatrice si inserisce perfettamente nel tessuto sociale della città dove ha tanti amici, in palestra si contraddistingue sempre per la sua grandissima professionalità. Il primo anno, sportivamente parlando, non si concluse benissimo. Angela, a bocce ferme, espresse tutto il suo dispiacere e rabbia per come si finì quella stagione. Per niente rassegnata all’amaro epilogo, si dichiarò pronta a ripartire.  Partecipa al Lega Volley Summer Tour del 2015 e vince la supercoppa italiana. Ad aprile gioca i play off promozione a coronare un torneo decisamente importante. Una stagione diversa dove la Gabbiadini non parte titolare,  ma dove è, però, il primo cambio a cui attinge coach Gagliardi. La bergamasca offre il suo contributo e si fa trovare sempre pronta ogni volta viene chiamata in causa. Alla fine gioca un campionato di notevole sostanza.

“ Auguriamo ad Angela nuovi e sempre più esaltanti successi professionali – questo il saluto della società da parte del presidente Carlo Barbagallo – Purtroppo il mondo dello sport obbliga a scelte del genere. La Gabbiadini in questi anni ha dimostrato un attaccamento alla maglia, una passione per la città non comuni. In campo e fuori si è dimostrata giocatrice esemplare, una atleta di spessore, una persona nobile. La ringraziamo per quanto saputo offrire alla causa rosanera e ci auguriamo di rivederla presto a Caserta per riabbracciarla e concederle ancora un lungo e meritato appaluso da parte del nostro pubblico che tanto ha saputo apprezzarla”.

 

 

Antonio Luisè

Addetto stampa VolAlto Caserta

 

 

 

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *