Due milioni di euro con un biglietto del gratta & vinci falso, famiglia Cataniese assolta dall’accusa di truffa

di Daniele Palazzo

CATANIA-Dramma a lieto fine per i componenti di un nucleo familiare catanese, che, da tempo, alternavano la loro residenza tra la Sicilia e Roma. Accusati di truffa ai danni dello Stato per aver portato all’incasso un biglietto del ‘Gratta & Vinci’ “falso”, del valore di ben due milioni di Euro, e ,quindi, processati, sono riusciti a dimostrare la loro buona fede, vedendosi affrancati, con formula piena, dall’imputazione ascrittagli. Il tagliando di cui si chiedeva la traduzione in moneta sonante era stato trovato, strappato a metà. durante una passeggiata serale per le vie della Città Eterna, a cui partecipava la famiglia al completo. Sulle prime, era stato raccolto con nonchalance e curiosa incredulità. Un attimo solo e quelli che sembravano solo due insignificanti pezzi di carta si trasformarono in un sogno a sei zeri che diede alla famigliola catanese la certezza di aver fatto il colpo della loro vita, quello che gli avrebbe permesso, finalmente, di cambiare vita e, quindi, a dare un calcio a tutti i problemi che quotidianamente li assillavano. Pura illusione. Le due metà del biglietto in questione(era del tipo il ‘Tesoro del Faraone’), per quanto sembrassero combaciare alla perfezione, erano, in realtà, parti di due cedoline diverse della citata lotteria istantanea. Di qui, l’innesco dell’azione giudiziaria intrapresa contro quanti ne avevano reclamato il pagamento. Dalle stelle alle stalle, dunque, per i protagonisti di un episodio di cronaca nel quale la mano beffarda del destino sembra essersi presa gioco di un gruppo di persone che, come la maggior parte del comuni mortali, non smette di lottare e sperare in un futuro economicamente ed umanamente migliore. E, alla fine, c’è anche di che rallegrarsi e ritenersi fortunati. Infatti, la Corte di Giustizia alla quale è stato affidato il relativo iter processuale ha accolto in pieno la tesi del pool di Avvocati che curava la difesa degli imputati, mandandoli tutti assolti per non aver commesso, nel caso specifico, alcun tipo di reato. Peccato per quei due milioni di Euro; sembravano così veri che… Peccato davvero…Sarà per la prossima volta…Nel caso, però, ci raccomandiamo, solo tickets interi.

34

 

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *