Ed è di nuovo Primavera…!

1

Ed è di nuovo Primavera…!  Di sicuro quella astronomica è iniziata alle cinque e trenta di ieri 20 marzo, attimo in cui si è verificato l’equinozio di primavera, ovvero il momento in cui la notte e il giorno si equivalgono.

Il fenomeno dell’equinozio segna anche l’alternanza delle stagioni sulla Terra. Al momento dell’equinozio, i raggi del sole sono esattamente perpendicolari all’equatore. Ciò significa che se un ipotetico osservatore dovesse trovarsi in quel momento al punto che segna esattamente il Polo nord, vedrebbe una palla rossa all’orizzonte tagliata a metà per tutte le 24 ore successive.

All’equinozio di primavera sono stati attribuiti significati che variano da cultura a cultura. Secondo il cristianesimo questo momento dell’anno coincide con il concepimento del Nazareno ed è proprio da questo giorno che si calcola la data della Pasqua, che varia ogni anno; la data viene fissata proprio nella domenica successiva al primo plenilunio che segue l’equinozio di primavera. L’equinozio di primavera segna inoltre il primo giorno dell’anno per numerosi calendari, tra cui quello iraniano.

La pianta sacra dell’equinozio di primavera è il trifoglio, mentre il termine equinozio deriva dal latino e significa “notte uguale” al giorno. L’equinozio segna così un giorno di 12 ore ed una notte di 12 ore. La definizione di “uguale” è però puramente teorica perché nella realtà, per una serie di eventi, la lunghezza del giorno eccede su quella della notte. Agli equinozi, intesi come giorni di calendario, il Sole sorge quasi esattamente ad est e tramonta quasi esattamente ad ovest. La posizione non è così esatta perché, per definizione, l’equinozio è un preciso istante che quindi può, al massimo, coincidere con uno dei due eventi, ma non prodursi due volte nell’arco di 12 ore.

Molte le celebrazioni legate agli equinozi sia di primavera che di autunno. Per il Cristianesimo, le date degli equinozi di 2000 anni fa, corrispondono al giorno e alla festività liturgica del concepimento di Gesù, con l’equinozio primaverile e si festeggia l’Annunciazione, e di Giovanni Battista con l’equinozio autunnale. Sempre per i cristiani, all’equinozio di primavera è legato anche il calcolo per il giorno di Pasqua che cade la prima domenica dopo la prima luna piena, contemporanea o successiva, all’equinozio di marzo.

 

LA MERAVIGLIOSA PRIMAVERA PER IMMAGINI

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *