Elena Bonelli presenta Brecht con successo al Todi Festival

Nel piacevole ma profondo spettacolo su Bertolt Brecht portato in scena dalla Bonelli al Todi Festival, il pubblico viene trasportato dalla densa interpretazione dell’artista nella profondità dell’animo brechtiano e apre al pubblico le porte d’accesso al significato delle canzoni con un inaspettato, quanto originale accostamento ai fatti di cronaca di oggi. La scrupolosa scelta mette in risalto il negativo insito nell’uomo che non si estirpa nel tempo, ma si ripropone puntualmente nella storia.

Il Brecht di Elena Bonelli diventa cosi presagio che porta a valutare il rischio di ritornare anche oggi alla follia umana del tempo che fu.

Il pubblico in sala ha sicuramente potuto capire ed apprezzare il grande drammaturgo tedesco ed il suo universo che, cosi riproposto, acquista la grande forza dell’attualità.

L’artista, però, riesce ad aggiungere ironia, divertimento e leggerezza a temi fortemente drammatici, dandone un’interpretazione canora assolutamente originale, in un melange di recitato tra le note cantate con voce forte e decisa.

La Bonelli, accompagnata dal maestro Cinzia Gangarella, ha interpretato anche canzoni inedite e poco conosciute sotto la regia scarna ed essenziale di Patrick Rossi Gastaldi.

Due repliche che hanno letteralmente affascinato il pubblico in sala, soprattutto giovani ma anche meno giovani che hanno voluto riascoltare le canzoni chiedendone i bis.

Ad applaudire, il Patron del Festival Silvano Spada, Fausto e Lella Bertinotti, la Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, l’Assessore alla Cultura della città Andrea Caprini, il Prefetto Gianni Ietto, Alberto Michelini e signora.

4

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *