Emilia Narciso Unicef e Isiss Giordani : con il film Gramigna per dire No alla camorra , alla mafia, al bullismo alla discriminazione e al razzismo

 BY GIOVANNA PAOLINO

” Camorra, Mafia, Bullismo, DIscriminazione, Razzismo : la risposta dell’Unicef e’ No “. Queste le parole di Emilia Narciso Presidente Unicef Caserta che ha cosi’ commentato il film Gramigna presentato lo scorso 2 febbraio presso l’Itiss ” F. Giordani” di Caserta- Scuola Ambasciatrice Unicef , guidato dal Dirigente Scolastico Antonella Serpico. Al Giordani, dunque, l’onore di aprire il tour per la presentazione di questo film destinato a rimanere una pietra miliare per suo messaggio sociale e che si ispira al libro scritto dai giornalisti Michele Cucuzza e Luigi Di Cicco. L’evento e’ stato organizzato da Lia Pannitti Collaboratore Vicario dell’Itiss F.Giordani. L’iniziativa e’ stata messa in campo dagli studenti del Liceo Scientifico- opzione Scienze Applicate dell’Isiss Giordani, i quali hanno preparato anche la locandina dell’evento. Il film , girato fra gli altri a Caserta , ad Aversa , e’ prodotto da Klanmovie Production con il patrocinio morale dell’Unicef . L’incontro si e’ aperto con saluti di Antonella Serpico ed e’ continuato con gli interventi di Emilia Narciso, di Sebastiano Rizzo , Regista del film , e dell;Autore Luigi Di Cicco. Intenso e coinvolgente e’ stato poi il dibattito di Gianluca Di Gennaro, protagonista del Film che ha dialogato con gli studenti del Giordani. L’incontro e’ stato moderato dalla Giornalista Beatrice Crisci. ” Abbiamo aderito subito a questa iniziativa – ha detto Antonella Serpico- in quanto si tratta di un prodotto audiovisivo contenente un messaggio sociale fortemente educativo per i nostri studenti, ovvero la cultura della legalita’ , intesa come principio cardine della societa’ e del nostro lavoro di educatori”. In prima fila Emilia Narciso che sta seguendo le riprese del film fin dalla prima conferenza stampa di presentazione del film avvenuta ad Aversa il 6 novembre 2015.” Oggi come allora – ha commentato Emilia Narciso- i protagonisti sono i ragazzi e il loro entusiamo in un momento di crescita che, partendo dalla loro esigenza di rinnovamento e di riscatto, coinvolge tutta la nostra societa’”. ” Alla Klanmovie, al regista Sebastiano Rizzo e all’Unicef – ha concluso Emilia Narciso- non poteva arrivare risposta migliore per rafforzare il nostro impegno”.

GIOVANNA PAOLINO

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *