Eventi Capua

 1

Presso la sala dell’Hotel Capys in data 18-04-2018si è tenuta la riunione della rete delle Piazze del Sapere e delle associazioni culturali capuane. In primo luogo sono state esaminate le novità emerse in questa fase  in merito al  FUTURO DEL MUSEO CAMPANO a partire dalla rinnovata volontà della Provincia di Caserta espressa in diverse occasioni dal delegato alla cultura della provincia di Caserta L. De Cristofaro, insieme con il direttore amministrativo F. Di Rienzo

Dopo una lunga fase di stasi e di rinvii, finalmente si è ripreso il confronto anche in sede istituzionale per il rilancio del prestigioso monumento, il più insigne della civiltà italica (come lo definì Maiuri), come attrattore di iniziative sul nostro territorio. A tal fine sono state presentate alcune proposte e idee per il rilancio di un progetto di valorizzazione ed adeguata fruizione delle prestigiose collezioni, ricche di opere d’arte, di memoria e di storia. E’ venuto fuori un programma molto ricco e qualificato di eventi ed iniziative per i prossimi mesi, che abbiamo raccolto in 9 punti e proposte operative.

  1. Un primo atto concreto riguarda la ripresa dei contatti a livello campano con l’assessore Matera e con la responsabile del settore cultura e turismo dott.sa R. Romano, che hanno già confermato la disponibilità della Giunta Regionale ad intervenire con un sostanzioso finanziamento. Sarebbe un primo gesto di giustizia e di risarcimento nei confronti del Museo Campano, che era stato emarginato e penalizzato nei precedenti riparti dei fondi ministeriali (rispetto alle altre Province).
  2. In secondo luogo è stato convenuto di avviare le procedure per un progetto di Art Bonus finalizzato all’ammodernamento e digitalizzazione dei cospicui fondi di Biblioteca ed Archivio storico con emeroteca. A tal fine vi sarà un confronto con le altre istituzioni provinciali e datoriali, a partire dalla Prefettura, Camera di Commercio e Confindustria. In questo modo si può avviare anche nella nostra realtà la sperimentazione per una partecipazione attiva dei cittadini e delle imprese, che possono diventare i nuovi “mecenati” impegnati a sostenere i beni culturali del territorio. Nella sede della Provincia vi sarà un primo incontro operativo il giorno venerdì 27 aprile pv ore 9,30.
  3. In terzo luogo, le associazioni chiedono al Mibact, alla Provincia e alla Regione Campania di patrocinare un evento dedicato ai musei territoriali come risorsa e bene comune da valorizzare per lo sviluppo e coesione sociale, che si terrà nella prestigiosa sala convegni Liani del Museo Campano nel mese di maggio prossimo nell’ultima settimana del mese di maggio pv..
  4. Le associazioni hanno confermato la disponibilità di mobilitazione e cooperazione per la gestione e promozione del Museo, anche con l’impegno dei volontari e dello stesso mondo dell’università e delle scuole locali. In tal senso sono stati già definiti alcuni primi protocolli d’intesa tra FareCultura e Damusa, che si vanno ad aggiungere a quelli già avviati con il progetto Adotta una Madre (gestiti da Capuanova ed Aislo). Sul piano della promozione culturale e turistica  sono stati avviati una serie di incontri dedicati a Federico II in occasione delle Assise Capuane, in collaborazione con il Dilbec Unicampania e Liceo Musicale Garofano (i prossimi si terranno il 28 aprile, con la prof.sa Simona Morelli di Unicampania ed il 19 maggio con il prof. Pietro greco di Città della Scienza e divulgatore scientifico della rivista LEFT). A tal fine verrà valutata in una prossima riunione la proposta di  promuovere una nuova APS ETS e rete degli Amici del Museo Campano – prendendo a riferimento alcuni modelli e buone pratiche realizzati in tante città a livello europeo e nazionale, convocando una apposita assemblea associativa per definire Statuto ed organi).
  5. Le Piazze del Sapere riproporranno i concerti in omaggio alle Matres, da tenersi nelle prime domeniche di ogni mese, a partire da maggio con i gruppi di musica etnica del Burkina Fasu e Venovan, a seguire a giugno con la musica popolare e danze del gruppo delle Muse di Calvi Risorta.
  6. Block Notes ha riferito del progetto per la realizzazione di un Museo della Memoria sui temi della Resistenza, in collaborazione con una rete di associazioni e città situate lungo la via Appia. In questa ottica si può collocare anche l’idea-progetto per creare un centro dedicato al grande musicista compositore Giuseppe Martucci, con il riuso e ristrutturazione della sua casa natia nel centro storico della nostra città.
  7. Alla luce di questo ricco scenario di eventi si richiederà anche al Sindaco di Capua ed all’Assessore alla cultura di fare la sua parte con la convocazione di un Consiglio Comunale straordinario dedicato al futuro e al rilancio del Museo come principale protagonista della vita culturale e civile della nostra comunità. In particolare occorre definire un censimento con monitoraggio di come vengono affidati e gestiti i beni comuni e culturali già ristrutturati con fondi pubblici, così come di recente è stato richiesto con una apposita nota dalla Pro Loco cittadina.
  8. Nello stesso tempo chiederemo alla Giunta ed ai Consiglieri Regionali di rispettare gli impegni per adeguare gli interventi necessari alle opere di manutenzione, tutela e restauro delle sale espositive (come si è cominciato a fare con la nuova sala per la catalogazione della storica biblioteca). Nella sala della pro loco in Piazza dei Giudici verrà organizzato un incontro per concludere gli eventi la volume “Ripartire con la cultura” Edizioni Melagrana, con la partecipazione dei coautori dei saggi contenuti nel volume, con i sindaci di Capua e S. Maria CV. In questo scenario il TCI Campano organizzerà la ventesima edizione del prestigioso Placito Capuano il 26-27 maggio pv.
  9. Infine, è stata esaminata la nuova emergenza insorta con il crollo avvenuto a ridosso della cinta muraria romana nei pressi della Basilica Benedettina di S. Angelo in Formis, su cui occorrono misure ed interventi urgenti per risolvere antiche condizioni di degrado, di abbandono di carattere speculativo, di vero e proprio dissesto ambientale ed idrogeologico nell’area circostante il meraviglioso monumento cristiano: grazie anche al lancio di un nuovo allarme ed appello per la sua salvezza e dei meravigliosi affreschi, testimonianze sublimi della nostra civiltà.

 

Report a cura di Pasquale Iorio

Associazioni partecipanti alla riunione: Aislo – Le Piazze del Sapere – Auser ed Acli Provinciali – Block Notes – Federalberghi e Hotel Capys – Pro Loco di Capua – TCI Aperti per Voi – APS Le Muse –

Hanno manifestato il loro interesse a partecipare e contribuire alle attività: Capuanova – Italia Nostra -Damusa – Accademia Palasciania – Fare Ambiente – Fitel Campania – Apollon e Fattoria Didattica Masseria Giò Sole (da verificare).

Capua, 18 aprile 2018

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *