Evento conclusivo di beneficenza, La Pro Loco chiama il comico Marco Cristi

L’evento sarà l’occasione per devolvere la raccolta fondi iniziata il 5 gennaio scorso.

Si terrà il primo marzo l’evento conclusivo di beneficenza organizzato dalla Pro Loco di S. Martino Valle Caudina. Iniziativa messa in campo il 5 gennaio scorso con l’apertura della raccolta fondi per gli eventi franosi che hanno colpito la comunità sammartinese in dicembre. Il mese scorso si è optato per una serata nelle cantine del Palazzo ducale, questa volta la location scelta sarà la Sala Unicef lungo Corso Vittorio Emanuele. Lo spettacolo, presentato dal giornalista Valerio Pisaniello, avrà come protagonista l’esperto comico napoletano Marco Cristi“Annus Cristi” il titolo della rassegna e consiste in un viaggio comico esplosivo attraverso le ricorrenze e i momenti topici che compongono l’ intero anno solare. Dal cenone di Natale alle vacanze di Ferragosto, dalla estenuante gita di Pasquetta all’appena importata festa di Halloween, lo straripante Cristi mette in evidenza sul palco, in modo assolutamente esilarante, le contraddizioni e le caratteristiche peculiari dell’italiano in ogni momento dell’anno. Battute spiazzanti, scritte dalla penna del giovane Francesco Burzo, già autore di Francesco Paolantoni e Antonio D’Ausilio a Made in Sud, che, interpretate dal mattatore Cristi, diventano devastanti e lasceranno senza fiato gli spettatori, che si riconosceranno in ognuna delle abitudini festive raccontate durante lo spettacolo. Da non perdere assolutamente.

Marco Cristi ha cominciato la sua carriera come artista di strada per poi proiettarsi, come giovane cabarettista, nel panorama della comicità campana. Nel 2001 scrive “Chi disse donna disse danno”, che ha all’attivo circa 2600 repliche in 17 regioni d’Italia, nella Svizzera italiana e in Slovenia. Il 7 febbraio scorso, ha debuttato a Torino con il suo nuovo spettacolo “Annus Cristi”. Numerosi sono i premi e i riconoscimenti vinti, tra cui annoveriamo i due più importanti : il premio Massimo Troisi e il premio Charlot.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *