FESTIVAL LETTERATURA Santa Maria Capua Vetere

La Quinta Edizione del Festival della Letteratura nel segno del mito ha avuto il via Venerdì 10 Maggio, presso il ristorante Amico Bio Spartacus Arena, da dove si gode l’incantevole vista sull’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere. “Letteratura, potere e meritocrazia” è stato il tema di questa giornata di apertura, che ha dato l’occasione per presentare il libro “Breve trattato sul lecchino” del prof. Antimo Cesaro (ed. La Nave di Teseo) arricchito dal reading della brava attrice Rosa Criscitiello.

Professore di Scienza e filosofia politica all’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, Antimo Cesaro, è stato sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni e delle Attività culturali e ha deliziato il pubblico della serata con un’oratoria divertente e sagace sull’argomento del suo trattato, il lecchino, e il concetto di cui molto si abusa in nel nostro paese, la meritocrazia, di cui tanto si ha bisogno di parlare proprio perché poco diffusa. Proprio per questo il prof. Cesaro preferisce parlare di talento, perché senza il riconoscimento di questo i nostro paese non sarebbe ricordato come quello di Leonardo e tanti altri geni assoluti che poco hanno a che fare con la media o la mediocrità, quindi la meritocrazia; qualità che non dovrebbe aver alcun bisogno di essere riconosciuta, dovendola dare appunto per scontata, non eccezionale, come il talento.

Numerosi i temi che hanno avuto occasione d’essere trattati, durante la serata, ricca di rappresentanze istituzionali e culturali per la promozione del patrimonio, che hanno sviscerato nuovi e futuri progetti attraverso i quali si potrà arricchire un’area, finalmente recuperata delle bellezze archeologiche presenti nell’area di SMCV, per accrescere l’offerta del territorio. Un sito archeologico e un ricco museo, che devono e possono trovare tempi e modi migliori per proporsi ad un turismo di più ampio respiro, attratto a Caserta dalla vicina Napoli. Presentati dal giornalista Roberto Conte, si sono avvicendati, nell’arco della serata Ida Gennarelli, direttore del Circuito Archeologico dell’Antica Capua, Antonio Mirra, Sindaco della città di SMCV, Rosanna Cioffi Pro Rettore alla Cultura dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”.

Una presentazione di Ida Gennarelli ha illustrato un ambizioso progetto che vedrà Santa Maria Capua Vetere, ormai parte del Polo Museale della Campania, essere fulcro di diverse attività, tra cui Appia Felix: un progetto strategico che parte dal polo Museale e si pone l’obiettivo di percorrere l’Appia, non solo attraverso i suoi monumenti, ma focalizzandosi su tutti gli attrattori culturali, dalla produzione agricola alla gastronomia, ai mestieri, con il recupero di prodotti che stanno tornando all’interesse collettivo, come la canapa. Sono previste in quest’ottica il restauro del prezioso Mitreo, la ricostruzione di un modello in 3D per i week end di visite di “Città sotto la città”, altra iniziativa attiva a SMCV in collaborazione con il comune.

Domenica 12 maggio, giornata dedicata all’Appia Felix, prevede visite guidate, passeggiate, mostre, laboratori e degustazioni con 27 appuntamenti in 10 comuni.

Preziose le testimonianze imprenditoriali per la riqualifica del territorio, sono state invece date dallo stesso fondatore di Amico Bio Arena Spartacus, Bruno Zarzaca, il cui sguardo lungo ha portato la rivalutazione di un’area, con un ristorate Bio che funge da ingresso, biglietteria e bookshop dell’Anfiteatro Campano e dal fondatore di Sidelmed SPA, Francesco Terrone. Ingegnere e poeta, quet’ultimo, ha scelto di creare impresa sul proprio territorio, una scelta non priva di ostacoli, che parte dal Nord, da rifiuti e preconcetti, ma che gli ha dato alla fine ragione.

La serata si è conclusa con una cena biologica con un menù pensato alla storia dell’antica Capua.

Il festival prevede altre due giornate nei prossimi mesi di Giugno e Luglio con i programmi di sotto elencati.

Venerdì 7 Giugno ore 18.30
La valorizzazione innovativa del patrimonio culturale italiano
In occasione della presentazione del volume di Giuliano Volpe “Il bene nostro” (Edipuglia Editore)

Venerdì 19 Luglio ore 18.30
Ricordando la Luna e sognando Marte: 50 anni dal primo passo sulla Luna.

In occasione della presentazione del volume di Massimo Capaccioli “Luna Rossa” (Carocci Editore)

Lucia Dello Iacovo

2 Comments

  1. Avatar
    Chiara Maggio 12, 2019

    Chi é l’autore?

    Reply
    • Avatar
      matilde Maisto Maggio 12, 2019

      “Breve trattato sul lecchino” del prof. Antimo Cesaro
      Ciao

      Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *