Formare&Informare sulla salute: decolla il progetto

GIOIA SANNITICA – Un progetto partecipato che prenderà forma man mano che si metterà in pratica. Questa la caratteristica della nuova idea proposta dall’Amministrazione Comunale di Gioia Sannitica capitanata dal sindaco Michelangelo Raccio che il 30 gennaio, ha incontrato la stampa nella Sala Consiliare della cittadina per illustrare i primi tratti del progetto e per proporre il primo gruppo di lavoro che già dalla prossima settimana si metterà all’opera.

“Per il titolo e per lo scheletro del progetto ci siamo lasciati ispirare dal Decreto Legislativo n. 81 del 9 aprile 2008, – ha esordito il sindaco Michelangelo Raccio – anche noto come Testo unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro. La formazione e l’informazione sulla salute, che vanno di pari passo, è di fondamentale importanza. E’ responsabilità della collettività fare attività di carattere preventivo. A breve avremo una scuola nuova e potenziare all’interno di essa l’offerta formativa significherà creare anche un attrattore per i paesi limitrofi”.

Ma a chi è indirizzato il progetto? Dall’incontro è emerso che principalmente è indirizzato agli alunni delle scuole di Gioia Sannitica ma anche ai docenti e per alcuni tipi di formazione, quella legata all’uso dei defibrillatori per esempio, anche ai Vigili Urbani e alla Protezione Civile del territorio comunale. A tal proposito è intervenuto il cardiologo Landino dicendo: “Attenzione, però, a non creare false aspettative sull’uso del defibrillatore perché si tratta di uno strumento il cui utilizzo è raro”. Concetto condiviso da tutto l’uditorio. L’assessore ed ex sindaco Mario Fiorillo in qualità di medico, specialista in malattie infettive sarà il coordinatore dei lavori. “Il target verso il quale intendiamo rivolgerci – ha precisato Fiorillo – è la fascia d’età dei giovanissimi e degli adolescenti, ed è per questo che l’alimentazione, il tabagismo e la droga saranno, per esempio, lo zoccolo duro delle argomentazioni, ovviamente stando ben attenti ad usare un linguaggio appropriato, leggero, giocoso”. Un gruppo di lavoro che avrà al suo interno, oltre che l’Amministrazione Comunale e il dirigente scolastico Nicolino Lombardi, anche un pool di esperti rigorosamente gioiesi che gratutitamente dedicheranno un poco del loro tempo e della loro professionalità ai giovani concittadini. Pietro Landino, cardiologo internista; Raffaele Fiondella, igienista e Fabrizio Ferraiuolo, psichiatra e psicoterapeuta saranno i professionisti che daranno il “La” all’iniziativa. Grande la disponibilità mostrata dal sempre presente parroco Don Giuseppe Oropallo che, intervenuto sulla curiosità che bisogna suscitare nei ragazzi, ha proposto una visita all’Istituto Zooprofilattico di Portici per far capire ai bambini tante cose sulla conservazione dei cibi, per esempio. “Bisogna essere sensibili a tali iniziative, bisogna avere una presa di coscienza che la scuola è il luogo fondamentale dove fare formazione e informazione, è un grande privilegio per la comunità avere persone disponibili ad un confronto”. Questa la dichiarazione di Pietro Landino. Da subito mirato l’intervento di Raffaele Fiondella che ha lanciato la sua proposta, fare informazione sullo junk food, il cibo spazzatura, il cibo considerato malsano a causa del suo bassissimo valore nutrizionale e la ricchezza di grassi o zuccheri. “La dipendenza da cibi è pilotata dal mercato”. Ha dichiarato Fabrizio Ferraiuolo, aprendo le porte verso una discussione molto interessate. Nicolino Lombardi, il dirigente scolastico, proponendo di allargare l’iniziativa anche ai genitori ha dichiarato: “Siamo entusiasti di accogliere idee che vengono dall’esterno”.

Un progetto pilota, un progetto in divenire, un incubatore di idee. Iniziative a costo zero che fanno bene alla salute della collettività.

Adele Consola

Giornalista freelance

Ordine dei Giornalisti della Campania N. 144519

Mail adeleconsola2@gmail.com

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *