Francesco Egido: ridiamo dignità a frazioni e quartieri. Basta fallaci promesse elettorali

1

“ Ci risiamo. Ad ogni campagna elettorale tanti, forse troppi parlano di periferie, quartieri, frazioni e rioni. Peccato che la maggior parte di loro non abbiano piena coscienza di cosa siano, di quali siano i problemi reali, di quali siano le nostre reali esigenze”.

Francesco Egido, da 22 anni residente nel rione Vanvitelli, candidato alle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale nelle liste di Speranza per Caserta con Frrancesco Apperti candidato sindaco, così spiega la sua scelta di scendere in campo.

“ Sono stanco, perché so che una città migliore possiamo costruirla, perché è ora che noi in prima persona agiamo per vederci riconosciuti i nostri diritti. Ogni tornata amministrativa diveniamo il centro dei programmi politici di molti se non di tutti i candidati. Ci promettono il mare, dignità, servizi , ma tutto rimane li sospeso nel vano mese di campagna elettorale. Ci comprano, ci usano e ci rispediscono al mittente. Poi c’è chi si fa bello per averci mandato qualcuno a tagliarci l’erba del giardino, a sostituirci qualche bidone della spazzatura andato danneggiato o perduto o a ripristinarci l’illuminazione i cui cavi vengono danneggiati dai topi (qui sorge una domanda, bisogna ripristinare le luci o bisognerebbe anche liberarsi dei topi?)”.

Egido rimarca come i cittadini dei quartieri e delle frazioni  siano stanchi e che i servizi essenziali per rendere vivibili i quartieri “occorre che li costruiamo da noi ed il primo passo per farlo è quello di rispedire al mittente tutti quelli che si ricordano della nostra esistenza, delle nostre esigenze una volta ogni 5 anni. Se continueremo a farci pagare la bolletta del gas in cambio di un voto, non avremo mai nulla per DIRITTO (anche se le tasse le paghiamo puntualmente)”.

E’ la prima volta che si candida, ma sottolinea che  “non sono io il candidato… siamo noi i candidati. Non sono io a voler la vittoria, siamo tutti noi ad averne bisogno! Caserta – spiega – non è formata da 4 strade che si incrociano tra loro. Caserta è formata da quei quartieri che una volta rappresentavano il cuore di una città dedita al lavoro e ai sacrifici. Dobbiamo ricreare un equilibrio tra il centro e le periferie… Ridare Caserta ai Rioni e ai casertani la voglia e l’orgoglio di sentirsi tali.”

 

 

 

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *