Frecce tricolori su Roma: il 2 giugno nella Capitale il volo della pattuglia acrobatica“


Un 2 giugno diverso, a causa delle misure anti-Covid. Non ci sarà la consueta sfilata in via dei Fori Imperiali, ma le frecce tricolore che in questi giorni hanno abbracciato simbolicamente tutta Italia culmineranno il loro volo nella Capitale“

Una Festa della Repubblica che vuole essere simbolo della ripartenza, mettendo al centro la bandiera tricolore come un grande simbolico abbraccio a tutti gli italiani.

Un tricolore che culminerà a Roma, ma che la Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN) in questi giorni ha portato e sta continuando a portare sui cieli di tutto il Paese. Il volo delle Frecce è partito da Genova, Firenze, Perugia e l’Aquila il 26 maggio, ha raggiunto Cagliari e Palermo il 27 maggio; Catanzaro, Bari, Potenza, Napoli, Campobasso il 28 maggio; Loreto, Smcora, Bologna, Venezia, Trieste il 29 maggio, per culminare il 2 giugno a Roma.

Le Frecce nel giorno della Festa della Repubblica, infatti, faranno splendere il tricolore sui cieli della Capitale effettuando alcuni passaggi sulla città durante la cerimonia di deposizione di una corona di alloro presso l’Altare della Patria da parte del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Omaggio a tutti i Caduti. Presenti il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini, le principali autorità istituzionali, politiche e militari.

Alla cerimonia in Piazza Venezia saranno presenti anche rappresentanze delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma e del mondo della sanità

Il Tricolore, simbolo della giornata, sarà esposto su tutti i Palazzi del Dicastero.

1 giugno, anteprima della Festa della Repubblica e concerto nei Giardini del Quirinale

Le celebrazioni del 2 giugno, saranno anticipate con un ricordo speciale delle vittime del Covid: lunedì 1 giugno, alle 18.45, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma e il suo direttore musicale Daniele Gatti saranno protagonisti del Concerto della Festa della Repubblica nei giardini del Quirinale, alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella. La serata, dall’alto valore simbolico e istituzionale, verrà trasmessa in diretta su Rai 1 e su Radio 3.

Senza la presenza del pubblico, tutto si svolge nel più rigoroso rispetto delle norme di sicurezza, compresa la distanza tra i professori dell’orchestra. La scaletta musicale, per soli strumenti ad arco, alterna autori italiani e repertorio musicale europeo, grandi classici e pagine che hanno segnato la storia musicale del Novecento.

Subito dopo l’Inno, eseguito in una inedita e intimista trascrizione per archi del maestro Gatti, il Presidente della Repubblica rivolgerà un saluto ai telespettatori.“

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *