FUTURE IS DESIGN PREMIO NAZIONALE DELLE ARTI – SEZIONE DESIGN XII Edizione

 

GIORNATA INAUGURALE

28 settembre 2017

 

FUTURE IS DESIGN

PREMIO NAZIONALE DELLE ARTI – SEZIONE DESIGN

XII Edizione

 

ISIA FAENZA – DESIGN&COMUNICAZIONE

Faenza – Corso Mazzini 93

Domani, 28 settembre 2017, aprono a Faenza i battenti della XII edizione del “Premio Nazionale delle Arti 2016-17 – Sezione design” dal titolo Future is Design, ideata e organizzata per la prima volta da ISIA Faenza Design & Comunicazione e promossa dal MIUR nella veste di Direzione generale per lo studente, lo sviluppo e l’internazionalizzazione della formazione superiore. Nata grazie al lungimirante lavoro a quattro mani di Giovanna Cassese, presidente dell’Istituto Superiore Industrie Artistiche Design e Comunicazione di Faenza, e Marinella Paderni, direttore dello stesso, la giornata di domani vedrà l’attesa cerimonia di premiazione dei progetti vincitori.

 

 

· Programma mattina
Andando con ordine, la giornata inaugurale, avrà inizio alle ore 11 con la conferenza stampa presso l’Aula Magna della sede dell’ISIA, Palazzo Mazzolani in Corso Mazzini 93, a cui interverranno Massimo Isola, Vicesindaco e Assessore alla cultura, ceramica, università e alta formazione, turismo del Comune di Faenza, Eugenio Emiliani, Presidente del MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, Claudia Casali, Direttore del MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, e le due organizzatrici, Giovanna Cassese e Marinella Paderni. Al termine della conferenza, i giornalisti intervenuti saranno guidati attraverso gli antichi spazi di Palazzo Mazzolani, in un tour esclusivo della mostra dei progetti finalisti in concorso, “FUTURE IS DESIGN”, che sarà accompagnata dal catalogo omonimo edito da Gangemi Editore, in italiano e in inglese, con gli interventi della Ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli, del direttore generale del MIUR  Maria Letizia Melina, del direttore promozione paese del MAE Vincenzo De Luca e del dirigente del MiBACT Fabio De Chirico, oltre i saggi delle curatrici.

In seguito, i giornalisti saranno guidati al MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza per la preview della grande mostra “BUILDERS OF TOMORROW. Immaginare il futuro tra design e arte”, a cura di Giovanna Cassese e Marinella Paderni, la cui inaugurazione pubblica seguirà in serata. Anche la mostra al MIC sarà commemorata da un catalogo, in inglese e italiano, edito da Gangemi Editore.

 

 

· Programma pomeriggio

 

La cerimonia di inaugurazione e premiazione si terrà alle ore 17 presso l’Aula Magna della sede dell’ISIA, con la partecipazione di Maria Letizia Melina, Direttore Generale del MIUR nella veste di Direzione generale per lo studente, lo sviluppo e l’internazionalizzazione della formazione superiore, e di Massimo Isola, Vicesindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Faenza.

I progetti vincitori sono stati selezionati tra i 105 in concorso lo scorso 20 luglio da una giuria d’eccezione, composta da Anty Panserapast President dell’Isia di Faenza e storica del design, Luisa Collina, Preside della Scuola di Design del Politecnico di Milano e Presidente Cumulus, Beppe Finessi – Direttore responsabile della rivista INVENTARIO, il designer Giulio Iacchetti e Massimiliano Tonelli – direttore di Artribune e responsabile dei contenuti digitali di Gambero Rosso, che ha preso visione dei progetti, corredati da prototipi, pervenuti da ben 29 istituzioni italiane e 5 europee. La proclamazione vedrà la consegna di sei riconoscimenti, tre per la sezione Design del Prodotto e tre per la sezione Design della Comunicazione. Per ogni riconoscimento sarà proclamato un primo, un secondo e un terzo premio, oltre alle menzioni speciali dei premi aggiuntivi: una borsa di studio conferita dalla Fondazione Plart di Napoli, due design residency offerte dalla Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza insieme a Rotary Club di Faenza, due borse di studio da parte dell’A.i.C.C. – Ass. Italiana Città della Ceramica, una borsa di studio offerta dall’azienda Zini di Imola e due workshop presso il Festival Kerning – festival del design della comunicazione a Faenza (giugno 2018).

 

La cerimonia sarà coronata alle ore 18.30 da un concerto d’eccezione eseguito dagli studenti vincitori del Premio nazionale delle Arti/sezione jazz, quest’anno dedicato al musicista Pino Daniele, ai quali è stata assegnata la Borsa di Studio messa a disposizione dal PINO DANIELE TRUST ONLUS, in collaborazione con SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori. Si tratta del duo del Conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara, formato da Emanuela Di Benedetto (voce) e Giulio Gentile (piano), noti per la loro partecipazione a numerosi festival, tra cui “Pescara Jazz 2017”, “MuntagninJazz”, “La Settimana Mozartiana”, “Castelbuono Jazz Festival”, la rassegna “Sabato in Concerto Jazz” per “Archivi Sonori”. Il duo ha, inoltre, vinto nel 2016 il Premio “BEST BAND” al “Bucharest International Jazz Competition” e il “Premio Marco Tamburini” per la sezione band, arrivando nel 2017 al “Premio Nazionale delle Arti” sezione jazz, assegnato per il secondo anno consecutivo al Conservatorio di Pescara. Un risultato eccezionale che ha condotto i due fra le file dell’Orchestra Nazionale Jazz (ONJ). Il loro repertorio comprende composizioni Originali e Standard Jazz riarrangiati. Hanno lavorato al loro primo progetto di brani originali in prossima uscita con l’etichetta discografica “Comar 23”.

 

 

· Programma serale
La giornata inaugurale proseguirà alle ore 20 con l’inaugurazione della grande mostra “BUILDERS OF TOMORROW. Immaginare il futuro tra design e arte” presso il MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, a cura di Giovanna Cassese e Marinella Paderni e con la collaborazione con il Comune di Faenza, del MIC, Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, del MiBACT – Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, dell’AIAP – Associazione italiana design della comunicazione visiva e dell’ADI – Associazione per il Disegno Industriale, della Regione Emilia-Romagna e della Provincia di Ravenna. La mostra è realizzata con il contributo del MIC, Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza.

 

L’esposizione intende esplorare la collaborazione proficua tra arte e design in linea con le esigenze del nuovo millennio, sempre più orientato alla produzione di oggetti e sistemi come esperienza estetica ed etica del mondo. Il vero tema della mostra, infatti, è andare oltre il confine tra arte e design, per un dialogo costruttivo tra cultura del progetto e cultura della creatività, in vista di una nuova estetica. La produzione e la ricerca sono strettamente connesse al percorso didattico del design, In questo senso, la formazione è parte integrante ed essenziale del sistema del contemporaneo.

 

Sulla base di queste premesse, Builders of Tomorrow presenta una selezione di opere di rara qualità di celebri artisti e designer contemporanei, creando delle installazioni ambientali, in cui le opere d’arte dialogano con le produzioni di design nelle varietà di stili e materiali vari, tra cui proprio la ceramica. Il percorso espositivo si avvarrà dei lavori di: Vito Acconci, Andrea Anastasio, Meris Angioletti, Salvatore Arancio, Rosalba Balsamo, Nanni Balestrini, Becky Beasly, Sonia Biacchi, Renata Boero, Gregorio Botta, Andrea Branzi, Chiara Camoni, Marc Camille Chaimowicz, Stefano Casciani, Tony Cragg, Matali Crasset, Enzo Cucchi, Riccardo Dalisi, Nathalie Du Pasquier, Formafantasma, Martino Gamper, Marco Gastini, Jean-Paul Gaultier, Piero Gilardi, Paolo Gonzato, Konstantin Grcic, Sheila Hicks, Christian Holstad, Giulio Iacchetti, Emilio Isgrò, Ugo La Pietra, Claudia Losi , Ugo Marano, Anna Maria Maiolino, Franco Mello, Alessandro Mendini, Mathieu Mercier, Bruno Munari, Luigi Ontani, Giulio Paolini, Mimmo Paladino, Claudio Parmiggiani, Gaetano Pesce, Gianni Piacentino, Michelangelo Pistoletto, Andrea Sala, Denis Santachiara, Francesco Simeti, George Sowden, Sissi, Heim Steinback, Ettore Sottsass, Superstudio, Patricia Urquiola, Marcella Vanzo, Joe Velluto. L’allestimento sarà realizzato secondo le assonanze concettuali ed estetiche delle varie opere, evidenziando le contaminazioni, i dialoghi e le visioni comuni di quest’ultimo periodo.

 

Aperta fino al 25 ottobre 2017, la mostra vedrà il contributo di un comitato scientifico di prestigio composto da Giovanna Cassese, Marinella Paderni, Claudia Casali, Daniela Lotta e Irene Biolchini. Inoltre, la mostra sarà accompagnata da un catalogo bilingue italiano/inglese (192 pagine), edito da Gangemi Editore, dove saranno incluse le suggestive foto dell’allestimento negli spazi del MIC e saggi elaborati dal comitato scientifico.

 

INFORMAZIONI UTILI

 

TITOLO: “Future is design” – Premio Nazionale delle Arti 2016-17 – sezione design, XII edizione

DOVE: ISIA FAENZA – DESIGN&COMUNICAZIONE, Corso Mazzini 93 – Faenza

A CURA DI: Giovanna Cassese e Marinella Paderni

DATA: 28 settembre 2017 – a partire dalle ore 11

CERIMONIA DI PREMIAZIONE: 28 settembre 2017 – ore 17

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *