Giuseppe Berlano è il nuovo Vice Presidente dell’UNSI – Unione Nazionale Sottufficiali Italiani Sezione di Capua

6

Giuseppe Berlano, Sottufficiale in congedo della Marina Militare è il nuovo Vice Presidente dell’UNSI – Unione Nazionale Sottufficiali Italiani Sezione di Capua. Il ripianamento organico si è reso necessario a seguito della prematura scomparsa del Sottufficiale Pompeo Funzione, anch’esso Sottufficiale di Marina. Nell’assemblea dei soci, con votazione a scrutinio segreto, ottenendo l’unanimità dei presenti.

Vediamo più da vicino chi è Giuseppe Berlano, nato a Capua settantacinque anni fa.  Dopo aver conseguito il Diploma di Perito Elettrotecnico, nel 1958 si arruolava in Marina e dopo un periodo di istruzione presso le Scuole CEMM di Taranto risultando quinto su 210 allievi ed  assegnato alla categoria Elettricisti destinato alla Scuola Comando di Augusta. Imbarcato sulle navi Corvetta “Urania” luglio – ottobre 1959, e, dall’8 ottobre al 12 dicembre dello stesso anno sulla corvetta “Folaga”. Trasferito d’autorità alla Base Navale di La Spezia destinato alla nave “MOVM Pietro Cavezzale”, unità di appoggio degli Arditi Incursori, l’attuale Raggruppamento Subacquei ed Incursori “Teseo Tesei”, componente delle Forze Speciali della Marina Militare.

Con le navi sopra menzionate, e negli anni di permanenza nella Marina Militare ha effettuato: 5 anni e sei mesi di imbarco con 12 crociere all’attivo nel bacino del Mediterraneo e oceano Atlantico.

Il 31 dicembre 1964, a domanda, lascia la Forza Armata ed è assunto in una famosa azienda del casertano, dove svolge anche le mansioni di delegato Sindacale.

Giuseppe Berlano, tra l’altro, è molto impegnato nel sociale, ed è Presidente dell’Associazione “Voglia di Vivere”, conta oltre seimila soci nel comprensorio di Capua – S.Maria C.Vetere, Bellona – Vitulazio – Pignataro Maggiore – Pastorano –  Grazzanise e S. Maria la Fossa.

Il Presidente, Cav. Gaetano Surdi, ed il Consiglio Direttivo gli augurano buon lavoro in questo nuovo e prestigioso incarico dell’UNSI.

 

5

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *