Housing ed efficientamento energetico, i giudici danno ragione a Russo che tuona contro Melone

 CASAGIOVE – Si trasmette l’intervento del Sindaco di Casagiove, Elpidio Russo, sugli argomenti in oggetto: “Nel maggio 2014 fu pubblicato un articolo sulla stampa provinciale in base al quale il consigliere comunale UDC, oggi probabilmente aderente, ancora una volta, a qualche altro partito, Giovanni Russo andò su tutte le furie per il mancato finanziamento regionale relativo all’efficientamento energetico per gli edifici scolastici comunali evidenziando, con chiara presunzione, la incapacità della amministrazione targata Elpidio Russo. Le parole pronunciate in certi contesti non contano perché non dettate per amore della verità e sono scevre di qualsivoglia contenuto; contano, invece, i fatti. Oggi l’Amministrazione Comunale, al contrario di quanto affermato dal consigliere di minoranza, a seguito del decreto dirigenziale regionale di ammissione al finanziamento di oltre €. 1.500.000,00 perché il progetto presentato è risultato meritevole di accoglimento, sta ponendo in essere tutti i necessari atti finalizzati a dotare l’istituto scolastico Pascoli di impianto per l’efficientamento energetico con i conseguenti benefici per la comunità. La Giunta Comunale con provvedimento n. 124 del 20 dicembre 2014, esecutivo a norma di legge, ha individuato nella persona del funzionario Arch. De Felice il Responsabile Unico del Procedimento che sta provvedendo, con la solita solerzia, tenuto conto che la rendicontazione dovrà essere fatta entro il 31 dicembre c.a., ad assumere le previste procedure ad evidenza pubblica. Nel successivo mese di giugno, sempre del 2014, il consigliere comunale Mario Melone interveniva in un articolo dal titolo «MANCATE COSTRUZIONI, MUNICIPIO CITATO IN GIUDIZIO PER UN DANNO DI OTTO MILIONI – IN CASO DI CONDANNA PAGHI CHI HA CAUSATO IL DANNO». Il Dott. Melone evidenziava, tra l’altro, che il Sindaco e l’Assessore al ramo avevano proposto e fatto approvare anche con il voto favorevole di un consigliere di minoranza la delibera di Consiglio Comunale n. 5 del 15 marzo 2012 di diniego alla realizzazione, in zona agricola, di oltre 160 appartamenti in Housing Sociale e sottolineava, in quella seduta consiliare, che il diniego non era possibile perché mancava di qualsiasi motivazione tecnica e giuridica. Il Consiglio Comunale con delibera n. 6 dell’ 8 aprile 2014, con i soli voti degli otto consiglieri di maggioranza e con le integrazioni presentate dal competente Assessore all’Urbanistica, Ing. Terraccia, ha confermato il diniego alla proposta di edilizia residenziale. Dopo un articolato e corposo contenzioso amministrativo nei vari gradi di giudizio nel quale il Comune di Casagiove è stato egregiamente difeso dall’Avv. Luigi Adinolfi (T.A.R. Campania, Consiglio di Stato – Sezione Quinta) il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) per una molteplicità di motivazioni, ritenendo legittimo il deliberato del Consiglio Comunale, nella camera di consiglio del giorno 13 gennaio 2015, si è definitivamente pronunciato respingendo l’appello della società immobiliare condannandola, nel contempo, anche al pagamento delle spese di lite oltre spese generali e accessori di legge. La predetta sentenza è stata depositata presso la segreteria del Consiglio di Stato il 10 marzo 2015. E’ buona norma agire con la massima circospezione e con umiltà e non avere la presunzione di sapere tutto altrimenti si rischia di fare figure che certamente belle e gratificanti non sono”.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *