“I GIOVANI E LA SICUREZZA STRADALE: REGOLE E CONSAPEVOLEZZA”

Di Domenico Petrillo

Alla presenza di circa settanta alunni tra i 16 e 18 anni di età, si è tenuto presso l’Istituto Salesiani di Caserta il Service del Lions Club Caserta Host sull’interessante tema della sicurezza stradale che coinvolge pedoni, ciclisti, conducenti di auto e motoveicoli in genere. Dopo l’apertura dei lavori iniziati con il saluto e l’introduzione dei lavori da parte del presidente del  L. C. Caserta Host  Domenico Petrillo, coordinati da Alberto Zaza d’Aulisio hanno preso la parola i relatori Luigi De Simone, comandante del Corpo di Polizia Municipale di Caserta, Elisabetta Natale, psicologa – psicoterapeuta, Maurizio Grillo, dirigente medico di chirurgia generale dell’U.O. Cardarelli di Napoli e il testimonial gentleman-driver avvocato Antonello Salzano.  Durante il Service sono stati messi in evidenza i punti più importanti e le regole da seguire per evitare le molteplici cause che provocano, giornalmente, migliaia di incidenti stradali con feriti e vittime della strada. Ancor di più si è entrati nel merito della tematica appena dopo che il comandante del Corpo di Polizia Municipale, Ten. Colonnello De Simone, ha fornito alcuni dati statistici su morti, feriti e costi connessi ai predetti incidenti. Solo nel 2018, in Italia ci sono state ben 3.334 vittime e 242.621 feriti con un costo sociale di oltre 17 miliardi di euro. La successiva proiezione di un cartone animato ha dimostrato che gli incidenti derivano soprattutto da comportamenti errati; tra i più frequenti spicca la distrazione alla guida dovuta soprattutto all’uso del telefono cellulare alla guida, al mancato rispetto della precedenza, alla velocità troppo elevata, al mancato uso dei dispositivi di sicurezza a bordo e all’abuso di alcool e droghe. Da parte sua, la dottoressa Elisabetta Natale ha ben evidenziato i meccanismi di difesa da adottare quando ci si accompagna a guidatori poco attenti o molto esuberanti che per mostrare bravura o poiché alterati da uso di sostanze proibite mettono in pericolo la propria vita e quella altrui. Continuando ha parlato di paura, di angoscia e della necessità di rispettare quelle regole basilari che aiutano a salvaguardare ‘l’incolumità personale dei giovani.  Il dirigente medico Maurizio Grillo, dell’unità operativa di pronto soccorso, da parte sua ha esplicitato le varie procedure che vengono messe in atto all’arrivo di feriti più o meno gravi, mettendo poi in risalto gli stati emotivi degli stessi e dei relativi familiari che sopraggiungono nei presidi sanitari allorquando vengono a conoscenza di questi tragici avvenimenti occorsi ai propri congiunti. Non ha tralasciato di focalizzare, anch’egli, il peso economico che la mancata osservanza delle più elementari norme di sicurezza stradale comportano sulla spesa sanitaria per cure mediche, invalidità parziali o totali.  Molto toccante e persuasiva è stata poi la testimonianza portata da Antonello Salzano, gentleman driver della serie televisiva “ Affari a 4 Ruote”, che ha puntualizzato come le esperienze negative della vita per non essere inutili devono essere trasferite ai giovani. Infatti, dal 17 aprile di 2 anni fa, con inevitabili lacrime agli occhi, parla ai ragazzi delle scuole di quel che gli capitò per un semplice giro in bici. Fu investito da un’auto restando morto sul ciglio della strada e miracolato grazie all’intervento immediato di un passante che lo rianimò con un improvvisato ma efficace massaggio cardiaco grazie al quale ebbe la possibilità di rivivere una seconda vita.   

Da allora, il nostro testimonial cerca di riportare ai giovani la propria nefasta esperienza affinché ne facciano tesoro per evitare quei comportamenti malsani che mettono in pericolo la vita propria e quella altrui.

In chiusura, il presidente del Lions club Caserta Host Dott. Domenico Petrillo, prima di consegnare i certificati di apprezzamento a tutti i relatori per la magistrale testimonianza espressa, ci ha tenuto a precisare che l’intento di questo service non era quello di insegnare nulla di trascendentale ai presenti ma unicamente di attenzionarli su quelle basilari regole della sicurezza stradale da osservare allo scopo di allungare quanto più questa preziosa vita che il Signore ci ha donato.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *