Il babà al limoncello della Molitierno, pronto per il festival del gelato artigianale di Pesaro

di Daniele Palazzo

 

CASERTA-Il baba’ al limoncello, della brava ed estrosa gelatiera casertana Pina Molitierno sarà tra le principali attrattive della nuova edizione del “Festival del Gelato Artigianale”, di Pesaro, che, inserito nel novero delle migliori manifestazioni nazionali a tema, si svolgerà, nei giorni che vanno dal 20 al 22 maggio prossimi, nella bella ed appropriata cornice di piazza del Popolo. Per la Moltierno, non nuova ad apprezzamenti e riconoscimenti di grande rilievo, si tratta di una nuova e ghiotta occasione per presentarsi e far valere e veder maggiormente valorizzate le sue doti di ottima artigiana non solo nel campo della gelateria artigianale. Con lei, un’ottima squadra di suoi, più o meno, conosciuti colleghi. Tra questi, ci pregiamo di segnalare il bolognese Gianni De Simoni, che proporrà una sua creazione a base di cacao peruviani, il bellunese Marco Reato, che si incaricherà di lanciare il suo gelato al gusto di prosecco, il putignanese Mario Bove, col il suo “Crick Crock”, il fanese Antonio Luzi, che porterà in ‘scena’ una sua felice creazione, vale a dire lo squisito gelato al limone e zenzero, nonché il milanese Alessandro Corona, che partecipa con un sorbetto ale carote, al pistacchio e alle mandorle, e, dulcis in fundo, l trentino Francesco De Gasperi e la savonese Francesca Ferrando, che presenteranno, rispettivamente,  le loro ultime creazioni nel campo specifico, vale a dire i gelati denominati “Valle dei Laghi” e “Non à Francesca”. Tuuti lì ad affiancare un agguerrito team di studenti del locale Istituto Alberghiero “Santa Marta”, che, coordinati e supportati dai maestri gelatieri Alessandro Tomassini, Claudia Urbinati e Fabrizio Pentucci, si stanno dando un gran daffare per la realizzazione di un variegato alle visciole di Cantiano e cioccolato, di un gelato all’olio extravergine di oliva di Cartaceto, di uno alla moretta fanese e di uno a sorpresa. Quella appena elencata è davvero un’ottima squadra di partecipanti alla kermesse in attesa di svolgimento nel rinomato capoluogo marchigiano. Un altro motivo di orgoglio e lustro per la bravura e,l’acume della Molitierno, per la quale si profila una nuova e ghiotta occasione sulla strada della  crescita professionale e dell’accrescimento del suo bagaglio formativo. Molto interessanti e degni di nota anche i numeri  festival pesare, i cui curatori, nelle passate edizioni, hanno distribuito, in oltre trentamila coppette, en duemilacinquecento chilogrammi di gelato.

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *