Il casertano Maestro Martino Nacca e il suo Festival della Musica Italiana di New York, in onda a San Silvestro su Rai Italia

4

 

Quello italiano è «un popolo di poeti di artisti di eroi / di santi di pensatori di scienziati / di navigatori di trasmigra tori»! Così recita la scritta sulla facciata del palazzo della Civiltà Italiana, talora anche chiamato della Civiltà del Lavoro, in Roma. Ed è vero, così come che Terra di Lavoro è una parte rappresentativa della stessa Italia e quindi ricca «di poeti di artisti …».

Un poeta artista negli ultimi anni che si va distinguendo e che chiude in bellezza l’anno 2016 è il Maestro Martino Nacca di origine casertana.

Lo stesso lo troviamo anche sui principali Store Digitali: iTunes,  Google Play,  Amazon,  7Digital,  Simfy,  eMusic,  Medianet e  Basepoint con una sua recente raccolta che è possibile consultare on line https://itunes.apple.com/it/album/non-faccio-il-cantante…-ep/id1187301827?l=en .

La stessa raggruppa 5 brani che racchiudono i 5 grandi traguardi di Nacca negli ultimi tempi:

“Dimmi perché” – Scritta ed interpretata da Nacca al Festival della Musica Italiana di New York, tenutosi l’11 settembre 2016 al Millennium/Master Theater di New York con una platea di circa 1400 spettatori, trasmesso in radiodiffusione dalla radio ufficiale dell’evento “Radio ICN-NY” ed in mondovisione sul canale “Rai Italia”;

“L’amour toujours” – Videoclip, in lingua francese su YouTube, sull’amore universale che corre e supera ogni barriera sociale, sessuale, ecc., senza lasciar solo nessuno. Cantata da Roberta Riccio in arte Proxy Riccio dei “The Jackal”, il videoclip ha come protagonista Noemi Belfiore ed è stato realizzato in collaborazione con Sergio Scoppetta, Docente del Master Cinema e Televisione dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli: https://m.youtube.com/watch?v=itkaUJCVXLQ;

“Discofisa” – Videoclip su YouTube con Noemi Belfiore e Roberta Di Lillo, realizzato in collaborazione con Sergio Scoppetta. Musica ispirata a “libertango” di Astor Piazzolla, cantata in spanish da Tiziana Carbone, cantante italiana stabilitasi a Barcellona, Spagna: https://m.youtube.com/watch?v=WVkpMLc5pY0;

“Sono Stato” – Musica/colonna sonora del Cortometraggio “La Terra del Silenzio” sul tema “Terra dei Fuochi” in finale al Napoli Film Festival 2014 – con Max Oliva e Joe Nicodemo, regia di Mimmo Morlando della Multimedia Morlando – mixing e mastering di Marco Mussomeli: https://vimeo.com/87357528;

“La notte” – Musica di Nacca, testo di Massimiliano Bartolozzi in arte Max Oliva, mixing e mastering di Marco Mussomeli, cantata da Alfredo De Rogatis alla finale del Premio D’Autore Città di Asti – Speciale Inediti – Astimusica 2016, presieduta da Antonio Vandoni, Direttore Artistico di Radio Italia.

 

Il Maestro Martino Nacca, è un musicista, compositore, cantautore, produttore di se stesso e delle proprie produzioni artistiche.

Nel 2016 lo troviamo selezionato tra i 10 finalisti degli artisti italiani nel mondo (50% residenti in Italia e 50% nel mondo) a partecipare al Festival della Musica Italiana di New York 2016. Qui sarà presente come cantautore del brano inedito “Dimmi Perché”, che sarà trasmesso in mondovisione la notte di San Silvestro il 01 gennaio 2017 alle ore 18,15 di New York (ore 00.15 in Italia) su “Rai Italia”, il canale della Rai nel mondo ( disponibile sul sito rai.it ).

 

Circa questa esperienza il Maestro Nacca ha riferito in una recente intervista:

«Ho viaggiato da solo da San Paolo a New York e, all’arrivo, sono stato investito dal fascino della città e dalla grandiosità del Festival della Musica Italiana. Nella prima serata di benvenuto, io e gli altri artisti emergenti, siamo stati a cena fianco a fianco con Pupo, Paolo Vallesi, gli attori di “Un Posto al Sole”, il Direttore di Radio Italia, il Produttore di Radio ICN di New York, i direttori del Festival e tanti altri ospiti e artisti, tra i quali gli HIt Italy e il giovane e talentoso Lapo Pulcini, con il quale è nata una particolare amicizia e si studiano eventuali collaborazioni artistiche. Alla prima cena ho avuto la possibilità di farmi accompagnare da 3 amici italiani, tra i quali la cantante Anna Rosini. Il giorno di prime prove è stato carico di emozioni e tensioni, calate solo dopo aver conosciuto meglio la band, gli altri artisti e le loro canzoni.

 

La band “Voices” che ci accompagnava con le vocalist, Il teatro di Brooklin pieno e con un pubblico super internazionale (Italia, USA, Canada, Brasile, Russia, ecc.), le tante telecamere della Rai, insomma un evento grandioso. Tutto questo mi ha fatto sentire molto fortunato, un’esperienza che mi porterò dentro per tutta la vita, soprattutto perché è stata condivisa con mia moglie che mi ha accompagnato e sostenuto nelle fasi più importanti del Festival, una vera “special coach”.

 

Una cosa molto divertente che mi ha lasciato molto sorpreso: nel primo giorno libero, mi sono recato alla Statua della Libertà e, nella coda, un gruppo di persone inizia ad indicarmi con l’indice, avvivandosi dicevano “Il cantante del Festival italiano…”, era un gruppo di italo-americani, sono rimasto sbalordito, hanno fatto varie foto con me. A quel punto ho chiesto anch’io di far delle foto con loro con il mio cellulare, non potevo perdere l’opportunità di immortalare questo speciale momento.

 

A febbraio sarò a Sanremo durante la settimana dell’omonimo Festival, ospite in vari eventi e per varie interviste da rilasciare ad alcune Radio e TV. Sarà emozionante seguire così da vicino il più grande Festival italiano, il tutto in compagnia della mia più grande fan: mia mamma!!! Devo anche a lei i traguardi raggiunti perché mi ha ispirato il titolo ed il ritornello della mia canzone di maggiore successo “Dimmi perché”».

 

 

Il Maestro Martino Nacca ha costruito negli anni la propria formazione tra le scuole di Caserta e provincia, studiando pianoforte e musica classica con vari Maestri privati (Tuosto, Delle Femine, Corini), sostenendo gli esami tra i Conservatori di Musica di Potenza e Salerno. Ha poi continuato gli studi universitari a Milano, vivendo così vari anni nel milanese, svolgendo anche la professione di insegnante di sostegno specializzato, orientando particolarmente la sua azione professionale verso gli alunni diversamente abili e accompagnandoli anche nella realizzazione dei progetti musicali a loro dedicati. Dal 2007 inizia a frequentare il Brasile con sempre maggior frequenza, stabilendosi per vari periodi a San Paolo, dove scrive alcuni dei suoi progetti musicali realizzati poi in Italia in collaborazione con i suoi vecchi amici e colleghi.

Nacca vanta molte collaborazioni artistiche, come quella con l’Orchestra del Maestro Giovanni Paolino, la compagnia Teatrale di Enzo Moscato e la cantante Valentina (purtroppo scomparsa prematuramente) con la quale, alla fine degli anni ’90, ha portato in giro la versione remix di “OK”, partecipando anche a “La vita in diretta” sulle reti Rai.

Nacca è autore di varie colonne sonore di cortometraggi, tra i quali “Incubi notturni” di Max Oliva e Pino D’Ambrosio, l’episodio “Honeymoon” della serie “Arcana” di Salvatore De Chiara e Giuseppe Cozzolino della Scuola di Cinema di Napoli e “La terra del silenzio” del regista Mimmo Morlando, girato nel cimitero di Santa Maria Capua Vetere sul tema “Terra dei Fuochi”, finalista al Napoli Film Festival 2014.

Per prove, registrazioni, mixing e mastering va sottolineata l’importanza del contributo del Maestro Giovanni Paolino, direttore di varie orchestre e band, del Maestro Antonio Ottaviano, musicista e arrangiatore di Ramona Badescu, e del Maestro Marco Mussomeli, musicista e arrangiatore della “Raoul & Swing Orchestra” con il famoso Luigi De Luca in arte “Raoul” di Radio Kiss Kiss.

È possibile seguire gli aggiornamenti sulla pagina ufficiale Facebook di Nacca: https://www.facebook.com/naccaofficial/ mentre per i rapporti per la stampa si ringrazia, il suo referente per i rapporti con la stampa in Italia, Michele Schioppa.

 

 

Caserta, lì  30 dicembre 2016

Ufficio Stampa

 

6

 

 

 

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *