Il contingente italiano in Kosovo celebra il 4 Novembre

Pristina, 4 Novembre 2015. Il contingente italiano in Kosovo ha celebrato questa mattina, alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Kosovo, S.E. Andreas Ferrarese e del Comandante della missione NATO Kosovo Force (KFOR), Generale di Divisione Guglielmo Luigi Miglietta, il giorno dell’unità nazionale e delle Forze Armate, con una cerimonia solenne presso la base della Multinational Specialized Unit (MSU).

La cerimonia è iniziata con la lettura dei messaggi del Capo dello Stato, del Ministro della Difesa e del Capo di Stato Maggiore della Difesa che hanno trasmesso la vicinanza delle Istituzioni a tutti i militari impiegati oltre i confini nazionali.

Il Generale Miglietta rivolgendosi ai rappresentanti di tutte le Forze Armate che operano nell’ambito di KFOR, ha poi rimarcato l’importanza della celebrazione del 4 novembre che “riafferma quei valori, alti e nobili, alla base di un’Italia e di un’Europa unite e democratiche e che ogni giorno i militari italiani, unitamente ai rappresentanti delle altre Istituzioni del Paese, contribuiscono a difendere”, ha aggiunto il Generale Miglietta, “oggi celebriamo dunque il nostro servizio alla Patria e alla comunità internazionale, nell’esercizio di un ruolo primario dell’Italia nell’ambito del sistema di sicurezza internazionale”.

L’Ambasciatore Ferrarese, nel suo discorso, ha sottolineato “l’elevata professionalità di tutti gli uomini e le donne con le stellette e la capacità di fare sistema tra gli italiani, dimostrata quotidianamente in una realtà multinazionale”, ha concluso l’Ambasciatore Ferrarese, “siamo qui per servire l’Italia con l’importante compito di monitoraggio e prevenzione per garantire la sicurezza di tutti, sempre pronti ad affrontare tutte le sfide anche le più difficili”.

L’Italia, con oltre 550 militari appartenenti alle tre Forze Armate e all’Arma dei Carabinieri, rappresenta uno dei principali sostenitori della missione in Kosovo, dove opera dal 1999 per la stabilizzazione di questa delicata zona dei Balcani e dal 2013 è alla guida della missione militare internazionale.

I militari italiani sono principalmente impiegati nel Multinational Battle Group West, unità multinazionale a guida italiana, su base 132° reggimento carri, che opera nella regione ovest del Kosovo. La Multinational Specialized Unit, costituita da oltre 150 carabinieri, è impegnata tra le altre cose nella vigilanza del ponte sul fiume Ibar che divide la città di Mitrovica, luogo simbolo di una divisione etnica e sociale non ancora del tutto risolta e rappresenta l’unità di riserva tattica di KFOR.

Al termine della cerimonia l’Ambasciatore Ferrarese e il Generale Miglietta hanno desposto una corona di fiori in onore di tutti i caduti.

Capitano Massimiliano Rizzo
Addetto Stampa NATO KFOR XX
Pristina (Kosovo)

cellulare 0039 366 622 0805

 

3

4

5

6

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *