IL POST VOTO A CASAPESENNA

Donciglio e Petrillo: i risultati elettorali parlano chiaro, De Rosa non rappresenta più la maggioranza del Paese. Lui e i suoi facciano il primo atto d’amore per la comunità e si dimettano

Il voto popolare, in politica è la sintesi più vera di quello che è lo stato d’animo dei cittadini. Nella nostra Casapesenna, ormai c’è uno scollamento totale tra la città e l’amministrazione che la guida che, in questi quattro anni si è dimostrata cieca rispetto alle emergenze del paese e sorda rispetto alle tante richieste di aiuto che ha lanciato la popolazione.

Il risultato è un voto chiaro che fotografa il dissenso rispetto ad una maggioranza e ad un sindaco che dietro la bandiera del suo partito ha mascherato anni di immobilismo. La vittoria del centrodestra, infatti, rappresenta un dato unico in questa tornata politica in Terra di Lavoro. I cittadini non si sono espressi né per il M5S che, ovunque, ha fatto incetta di voti, incarnando la protesta, né per il Pd, partito del sindaco e dell’intera maggioranza di governo. La scelta dei cittadini è ricaduta sul centrodestra per marcare una contrapposizione al sindaco De Rosa e ai suoi uomini che, ormai rappresentano una minoranza all’interno del Paese.

Troppa poca chiarezza nel governare i processi amministrative e le fasi politiche ha convinto la popolazione a dare un segnale chiaro, l’ennesimo, al sindaco De Rosa.

Perché una maggioranza che si dichiara Pd, vede all’opposizione il capogruppo del Pd alla Provincia?

Perché la consigliera Raffaella Zagaria viene riconosciuta come una figura di riferimento del Pd fuori da Casapesenna tanto da essere indicata come capogruppo in Provincia e, poi, nel nostro Comune non è Pd?

Perché pezzi della maggioranza che ha vinto le elezioni oggi si oppone al sindaco De Rosa? Perché il consiglio comunale è diventato uno strumento per licenziare solo gli obblighi di legge e non più il luogo della discussione politica?

Perché il sindaco non prende atto di essere espressione di una minoranza all’interno del Paese così come il voto politico ha decretato con il centrodestra che ha doppiato la coalizione di centrosinistra?

Non ci aspettiamo che iil sindaco risponda a queste domande, perché sono anni che non lo fa, nascondendosi nella torre d’avorio del Comune.

Pretendiamo, invece, che prenda atto di non avere più i numeri in Paese e si faccia da parte per il bene della Comunità di Casapesenna.

Chiediamo ai componenti del suo cerchio magico di fare un atto d’amore per Casapesenna, forse il primo da quando sono stati eletti, e farsi da parte.

Casapesenna ha bisogno di altro.

Le ex consigliere comunali

Rosalba Donciglio e Battistina Petrillo

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *