“INAUGURATO IL 1° SEGNAVIA DELLA FIACCOLA DELLA PACE” NEL PARCO REGIONALE DEL MATESE. ALIFE 11 LUGLIO 2019.

Nel segno dell’impegno e della Solidarietà .
***
L’evento ha visto il susseguirsi di due momenti: la prima parte riguardante la storia della “Fiaccola della Pace” descritta nelle tappe riportate sul “Segnavia”, e la seconda parte riguardante la cultura della Solidarietà attraverso la donazione degli organi, con la presenza di una testimonial dell’AIDO, “Francesca. Iniziativa promossa dall’Asl Ce – Regione Campania in collaborazione con AIDO e patrocinata dal Comune di Alife. Ha presieduto il Sindaco di Alife Dott.ssa Maria Luisa DI Tommaso.
°°°°°°°°°°
Prima parte:
*********
La Pace in marcia in tutte le direzioni, è cammino in salita!

ALIFE(CE)- Giovedi 11 Luglio Festa di San Benedetto, abate, patrono dell’Europa e 24° anniversario del genocidio di Srebrenica avvenuto durante la guerra nei balcani, presso il “Giardino della Pace” in Alife, nel cuore del Parco Regionale del Matese, dov’è presente l’ “Albero della Pace”, Monumento vivo simbolo della mobilitazione della Fiaccola della Pace dedicata ai percorsi della memoria storica dei 100 anni della grande guerra, è avvenuta la cerimonia di intitolazione del primo “Segnavia” della “Fiaccola della Pace”, che indica tutte le tappe iniziate dal 2014 al 2019 ( e tutt’ora in corso) dello storico passaggio che, partendo da alcuni comuni della zona del Matese, ha attraversato numerosi comuni dell’hinterland di Terra di Lavoro piantumando l’Albero della Pace, simbolo della mobilitazione. Il Segnavia indica dettagliatamente la direzione e i km di ogni tappa, partendo dal punto base in cui è stato posizionato. Alla cerimonia sono stati presenti ed intervenuti alcuni tra i Dirigenti scolastici, docenti e rappresentanti degli Enti locali, che hanno aderito allo storico passaggio, organizzando la “marcia per la Pace itinerante” con gli alunni nei rispettivi comuni. L’obiettivo, come recita la motivazione della mobilitazione, è far conoscere l’appello di Pace, coinvolgere Enti locali e scuole per avviare percorsi formativi finalizzati all’educazione alla Pace, partendo proprio dall’esercizio della memoria, attraverso il sacrificio dei nostri padri che diedero la vita per difendere gli alti valori della libertà e della Pace e piantumare il Simbolo vivo sempreverde, l’Albero ella Pace, dedicato alla memoria di “tutti i caduti della grande guerra e alle vittime delle guerre, stragi, attentati, criminalità, terrorismo, violenze e mafie” . “La Fiaccola della Pace è la Perugia – Assisi itinerante del sud. Ha riferito la Presidente del Movimento Internazionale per la Pace Agnese Ginocchio, Ente promotore della mobilitazione. Il “Segnavia” è un segno di testimonianza che indica il lavoro che abbiamo svolto in questi anni, le tappe le marce organizzate, l’adesione delle scuole e degli Enti locali.L’obiettivo è far nascere una vera e propria “Via della Pace”, tracciando una mappatura, di tutti i comuni dove con la Fiaccola è stato piantumato l’ Albero della Pace. A dare lettura dei comuni che hanno ospitato lo storico evento la prof.ssa Monica Pacelli socia del Movimento per la Pace e docente di una delle scuola che ha aderito alla Fiaccola: L’Istituto Comprensivo di Alife, proprio dove si è organizzato l’evento odierno dell’inaugurazione del Segnavia. Per l’occasione eccezionalmente alcuni “Amici della Montagna”: Aldo Gobbo, Concetta Moscatiello e Sergio Mellucci, alle prime luci dell’alba si sono recati su Monte Miletto “, la cima più alta dei Monti del Matese, per portare ed issarvi la Bandiera della Pace( consegnata il giorno prima davanti all’Albero della Pace sito in Piedimonte Matese). Sulla bandiera, accanto alla dedica per la Pace universale nel mondo e nelle nostre comunità e la dedica alla memoria dei nostri cari, è stato ricordato l’evento del “Segnavia” in collegamento proprio con l’iniziativa svolta nel pomeriggio. Infatti il Segnavia oltre a riportare dettagliatamente le tappe della Fiaccola, descrive anche l’iniziativa annuale denominata “Pace sul Miletto” partita dall’anno 2011, e dove, nei giorni che vanno tra la festa patronale di San Sisto e la solennità dell’Assunta, viene consegnata la Bandiera della Pace ad alcuni amici volontari amanti della Montagna, sportivi ed esperti escursionisti, per essere portata su Monte Miletto, ogni anno, con un’intenzione particolare. Gli amici Aldo, Concetta e Sergio sono di ritorno dal Miletto dopo la missione affidatagli sono venuti a portare il loro saluto all’ Albero della Pace, dove alcuni anni fa fu ricordato anche il figlio matesino VIncenzo D’Allestro vittima dell’attentato terroristico di Dacca, in Bangladesh, e dove proprio da questo luogo fu consegnata la Bandiera per essere portata sul Miletto ad alcuni amici escursionisti tra cui Sergio Mellucci, i memoria di Vincenzo D’Allestro. Sempre alla sua memoria successivamente fu dedicata la tappa della Fiaccola della Pace nel comune di San Potito Sannitico( di cui il D ‘ Allestro era originario) e dove fu piantumato l’Albero della Pace ed intitolato anche alla sua memoria. Alla cerimonia di intitolazione del Segnavia sono stati presenti l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di San Nicola La Strada, Città per la Pace ( titolo introdotto dall’allora Sindaco Nicola TIscione alla cui memoria fu intitolato l Albero della Pace piantato a S. Nicola durante la tappa della Fiaccola della Pace) prof.ssa Maria Natale, accompagnata dal vigile Gianmarino Franco della Polizia municipale sannicolese, che ha portato i saluti del Sindaco Vito Marotta; il Dirigente scolastico dell’ Istituto Comprensivo di “Ailano-Valle Agricola” prof. Mario Grillo, presente anche la docente del plesso di Valle Agricola del citato I. Comprensivo Anna Maria Aurecchia; la dirigente scolastica dell’ Istituto Comprensivo “Cales-S. D’Acquisto” Assunta Adriana Roviello, la Dirigente scolastica degli Istituti Comprensivi di Cancello ed Arnone e di “Francolise-S. Andrea del Pizzone”, Maria Martucci, presente con le docenti Raffaella Guardiano ed Elena Ventre, con l’assessore del Comune di Francolise Gennaro Giuliano; L’a neo assessore alle politiche sociali Florinda Marsella del Comune di Ailano, “Città per la Pace”, che ha portato i saluti del Sindaco Vincenzo Lanzone e del VIce Sindaco Pina Di FIore; l’ Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di San Potito Sannitico (dove fu scolta la tappa della Fiaccola dedicata a D’Allestro ) e Dirigente scolastico dell’ITIS di Piedimonte Matese Nicola Lombardi, che ha portato i saluti del Sindaco Francesco Imperadore; la docente dell’Istituto Comprensivo “Grazzanise – Santa Maria La Fossa” Carla Piscopo (delegata del progetto della “Fiaccola della Pace”) che ha portato il saluto della Dirigente scolastica Roberta DI Iorio; presente insieme alla collega docente Chiara Sellitto; il Dirigente scolastico dell’ Istituto Comprensivo di Capriati a Volturno ( comprendente i plessi di Prata, Fontegreca, Letino, Gallo Matese) Vincenzo Italiano; l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Gioia Sannitica e docente presso l’Istituto Comprensivo di Gioia retto dalla preside Rossella Patrizia Migliore, Pina Pascale, dove si è svolta recentemente l’ultima tappa della Fiaccola della Pace; la Garante dell’infanzia del Comune di Piedimonte Matese Giovanna Del Vecchio, nonché docente presso l’Istituto Comprensivo Falcone di Piedimonte. La docente dell’ ISISS “G:B. Novelli” di Marcianise di cui Dirigente scolastica è Emma Marchitto, delegata del progetto Pace Anna Cristina Campofreda, nonchè socia del Movimento per la Pace ( insieme alle presidi Roviello e Martucci). Le scuole presenti citate sono tutte scuole che hanno siglato il”Patto di Pace” ricevendo il titolo di Scuola di pace del III Millennio: I Dirigenti scolastici, docenti e assessori tutti hanno ribadito l’importanza ed il messaggio contenuto attraverso la mobilitazione della “Fiaccola della Pace” che richiama, attraverso i percorsi della memoria storica, i temi della Costituzione e la difesa dei Diritti umani, nostro DNA, e l’importanza, quanto l’urgente necessità di educare i giovani partendo sin dalla più tenera età ai valori fondanti della Pace, quale base per la convivenza pacifica e del rispetto verso gli altri. E’ stato un momento moto intenso al quale anche il Sindaco della Città di Alife, Maria Luisa DI Tommaso, ha voluto partecipare manifestando la propria volontà di proseguire su questa strada. “C’è bisogno di lavorare sul campo dei valori, facciamolo tutti insieme unendo le forze, la cultura della Pace a quella della Solidarietà attraverso la cultura della donazione degli organi”, richiamando quindi l’iniziativa accostata ( come si annunciava all’inizio) al “Segnavia della Fiaccola della Pace”. Il momento è culminato con l’inaugurazione del Segnavia al quale hanno presieduto la Sindaca di Alife, tutti i Dirigenti scolastici, i delegati delle scuole e degli Enti Locali, i rappresentanti dell’ ASL e la marciatrice Francy ( Francesca), alla quale la Presidente del Movimento per la Pace ha consegnato eccezionalmente la “FIaccola della Pace”, quale testimone di un impegno, la prima parte è terminata con la consegna a tutti i dirigenti scolastici, ai docenti e rappresentanti degli Enti locali, del cd contenente l’opuscolo dove “dettagliatamente” sono state riportate tutte le tappe del Segnavia, con il nome delle Scuole aderenti e i Dirigenti scolastici che negli anni che hanno ospitato l’evento avevano aderito ( datosi che alcuni di loro sono andati in pensione), stessa cosa anche per i Sindaci dei comuni ospitanti lo storico evento. Il Segnavia infine è stato dedicato a due colossi marciatori in tema di cammino in salita: Alexander Langer portatore di speranza, ecopacifista europarlamentare e autore del decalogo della “Conversione ecologica” a cui si è ispirato Papa Francesco nell’enciclica “Laudato si” e Pier Giorgio Frassati, antifascista, scalatore di montagna ed esempio di impegno sociale per i giovani.
°°°°°°°°°°°°°°°°°
Segue seconda parte:
°°°°°°°°°°°°°°°°
Quindi è avvenuta la seconda parte dell’evento dedicata alla campagna di sensibilizzazione promossa dall’ Asl Ce- Regione Campania, di cui referente e Dirigente provinciale è la Dott.ssa Enza DI Fuccia, in collaborazione con la sezione provinciale dell’ AIDO, sulla donazione degli organi, in concomitanza con il passaggio in provincia di Caserta avvenuto proprio nel Comune di Alife (che ha patrocinato questa iniziativa), davanti all’Albero della Pace nell’area antistante la scuola dell’infanzia, di una marciatrice, Francy ( Francesca), che insieme alla sua cagnolina Dakota stanno percorrendo l’Italia a piedi per sensibilizzare sulla cultura della donazione degli organi. La Dott.ssa DI Fuccia ha portato i saluti insieme ad altri responsabili dello sportello territoriale dell’Asl ed introdotto la marciatrice Francesca, la quale ha raccontato la sua storia. Insieme alla cagnolina sono partite da Pieve a Nievole in provincia di Pistoia in Toscana, per proseguire verso la provincia di Potenza e per giungere infine alla tappa finale, destinazione verso la Sicilia, precisamente a Montevago in provincia di Agrigento, percorrendo a piedi complessivamente 1450 km. Francesca e la sua cagnolina sono testimonial dell’ AIDO nazionale per portare in giro il messaggio “Se Vuoi Puoi”, slogan di sensibilizzazione per la donazione degli organi. E stato anche creato l’ hashtag #sevuoipuoi dove si possono seguire tutte le tappe e le ultime notizie riguardanti l’argomento. Un importante momento di altruismo, di aggregazione d di Solidarietà avvenuto nel segno della Pace davanti ad un Simbolo di vita ( l’Albero della Pace). Da questo luogo della memoria storica, presidio di cittadinanza attiva, dove si fa cultura, si fa attivismo, dove si fa scuola, educazione ed istruzione, dove si fa sensibilizzazione e dove sono stati ricordati “Uomini veri” che hanno segnato la storia e dove sono passati testimoni impegnati nel portare avanti ogni giorno un messaggio alternativo, anche la giovane marciatrice “Francesca” ha fatto tappa, per rimettersi in cammino proprio da questo punto base, nella direzione che le indicherà il Segnavia della “Fiaccola della Pace” che le è stata consegnata in segno di impegno, per portare luce in questo tempo di oscurità e vita a sostegno di chi lotta per difendere questo diritto sacrosanto. Grazie Francesca!
Nb: Per maggiori informazioni circa l’iter per la donazione degli organi, ci si può rivolgere allo sportello “trapianti e donazioni organi” sito presso il distretto ASL di Alife(Ce), referente “Ferrucci”.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *