LA LUVO BARATTOLI ARZANO MOSTRA I MUSCOLI ALLA GIVOVA SCAFATI

Tre punti d’oro per la squadra di Collavini. Prestazione super della centrale Camilla Neriotti

LUVO BARATTOLI ARZANO 3

GIVOVA SCAFATI                 1

(25-16; 25-21; 24-26; 25-13)

Luvo Barattoli Arzano: Passante 7, Topa, Voluttoso 14, Coppola 1, Astarita 5, Mautone, Neriotti 28, Guida (L), Mancini, Campolo 18. Non entrate: Maggipinto e Pichierri. All. Collavini

Givova Scafati: Santin 7, Trevisol, Vinaccia 9, Modena (L), Laragione, Manzano 12, Sollo 11, Liguori 8, Sannino, Alikaj 3. All. Napolitano

Arbitri: Bonafiglia e Cafaro

Note. Durata set: 24’; 25’; 28’; 23’. Battute sbagliate Arzano: 6; Battute punto Arzano: 5. Battute sbagliate Scafati: 8. Battute punto: 2.

 

ARZANO – Con una prestazione superlativa la Luvo Barattoli Arzano si impone contro la Givova Scafati e conquista tre punti importanti per la corsa verso la zona centrale della classifica. Nonostante il divario in classifica il sestetto di Collavini sfodera una prestazione grintosa e riesce a conquistare la vittoria nel derby della Campania. Unico rammarico il terzo set lasciato alle ospiti dopo una rincorsa che aveva fatto ben sperare i sostenitori di casa. Prestazione da incorniciare per la centrale Camilla Neriotti che chiude la partita con ben 28 punti all’attivo. Undici muri vincenti ed un aces.

Serviva una vittoria ed è arrivata al termine di una gara durata 100 minuti, nel corso della quale la Luvo Barattoli Arzano ha più volte mostrato i muscoli alla cugina scafatese. La partita si apre con un punto della centrale scafatese Ketty Vinaccia, insieme a Dora Sollo ex dell’incontro.

La Luvo Barattoli dimostra subito di essere in serata di grazia scappando avanti fino al 9-3. Ci prova coach Bruno Napolitano a fermare il tempo per riordinare le idee alle sue ragazze, senza però ottenere i risultati sperati (11-7). Quando anche le arzanesi cominciano a commettere errori le ospiti si avvicinano un po’ di più nel punteggio. I tentativi di rimonta sono vani e Camilla Neriotti può chiudere senza problemi il primo set: 25-16.

Nella seconda frazione la squadra di casa concede il bis. Il set è equilibrato fino al break ospite (11-14) che costringe Collavini a colloquiare con le sue atlete nel primo dei time-out a disposizione. Ristabilita la parità, parte l’allungo decisivo che fissa il punteggio sul 25-21.

Non riesce il colpo del Ko. Nella terza frazione lo Scafati approfitta di ogni sbavatura per portarsi al comando. L’equilibrio regna sovrano fino alla fine (22-22) ed è un errore di Astarita a consegnare due set-ball alle ospiti. Ci pensa la solita Neriotti a ristabilire la parità (24-24) ed è la stessa eroina della serata a tirare fuori la palla che invece offre alla Givova l’opportunità di accorciare (24-26).

Nel quarto set invece non c’è storia. Dopo la fiammata iniziale esterna (0-4), la Luvo Barattoli Arzano riprende fra le mani le redini e recita un monologo fino alla vittoria finale 25-13.

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *