L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PIGNARARO MAGGIORE CONFERISCE UNA TARGA-RICODO ALLA MEMORIA DEL PRESIDE DEL VECCHIO

di Daniele Palazzo

 

PIGNATARO MAGGIORE-Grande emozione, presso l’Ufficio del Sindaco di di Pignataro Maggiore, in occasione della cerimonia di conferimento della targa-ricordo che l’Amministrazione Comunale pignatarese, retta dall’attuale primo cittadino, Giorgio Magliocca, ha inteso conferire alla memoria della possente ed ammirevole figura di Ignazio Del Vecchio, che uomo di eccezionale levatura morale e di cultura sopraffina, nonchè di un amore più che considerevole ed encomiabile, sia alla città che, 63 anni or sono, gli diede i natali, cioè Riardo, che a quella in cui, praticamente, si è svolto tutto il “film”della sua meravigliosa parabola terrena, vale a dire Pignataro Maggiore, appunto, ha dato davvero tanto a tutti quanti gli si rivolgevano con fiducia e rispetto. D’accordo su tutta la linea, dunque,  con il Sindaco Magliocca, quando afferma che “con Ignazio Del Vecchio, se n’è andato un grande uomo, ma non tutte le grandi e belle che, nel corso della sua esemplare esistenza, l’amico Ignazio ha fatto per la nostra comunità. Quelle, ha seguitato il capo dell’esecutivo pigna rese, non passeranno mai, ma resteranno ad imperitura memoria di un cittadino dal cuore d’oro e dall’ animo sensibile. Che non ha mai fatto pesare a nessuno il peso della sua posizione sociale e culturale. I funerali di Ignazio Del Vecchio, le cui spoglie mortali, dopo il rito religioso, furono seppellite nel cimitero di Riardo, si volsero, officiati dal Sacerdote, Don Pasqualino Del Vecchio, il 31 ottobre scorso, nella Chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore, alla presenza di una folla commossa di cittadini pignataresi, di una rappresentanza di allievi facenti capo alla istituzione didattica che lo vedeva apprezzato Preside(erano guidati dal Vicepreside, Giovanni Mottola), da alcuni Sindaci dell’Ago Caleno e, non ultimo, dall’Onorevole Benedetto Lombardi, di cui Ignazio del Vecchio, era stato uno dei pi\ stretti e prolifici collaboratori. Molto sobrio, ma, decisamente, intenso e vibrante il momento della consegna,  da arte di Magliocca, della Targa-ricordo pro Ignazio. A fine cerimonia, tutti a casa. Con la consapevolezza e l’orgoglio di aver reso onore ed omaggio ad un grande uomo, ad una persona il cui passaggio nella storia umana ha lasciato in eredità a noi tutti esempi tangibili e preziosi di vera cultura e vera civiltà.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *