Lettera aperta al sindaco di Castel Volturno

Caro Dimitri,
non voglio aggiungermi al coro delle persone che si lamentano. Ma mi corre l’obbligo di segnalare che il viale per il mare che costeggia l’Oasi dei Variconi nel tratto dal lido Il Tramonto a lido Bikini da tre settimane è diventato il ricettacolo dei rifiuti abbandonati proprio ai confini del Parco Riserva Naturale.
So bene che la primaria responsabilità sta nell’ignoranza e malcostume dei villeggianti, che non hanno nessun rispetto per l’ambiente e per la salute (basterebbe recarsi a poca distanza per conferire nell’Isola Ecologica, come fanno i cittadini impegnati per far funzionare il progetto della raccolta differenziata).
Ma lì giacciono anche i grandi sacchi bianchi di raccolta pubblica. E questo dipende dal Comune e dalla Senesi, società incaricata alla raccolta. Per questo rivolgo un appello di civiltà: in primo luogo ai villeggianti ma anche a chi deve farsi carico di risolvere lo sconcio.
L’Oasi è un bene comune, una riserva naturale di primario interesse, un raro esempio di flora e fauna. Tocca a tutti tutelarla e valorizzarla, renderla fruibile come avviene nella maggior parte del nostro Paese. Mi rivolgo anche ai proprietari dei lidi che non possono rassegnarsi a vedere crescere i mucchi di immondizia alle porte delle loro aziende balneari.Come pure devono intervenire gli addetti del Parco Riserva naturale. Ci vuoloe uno scatto di orgoglio per sentirsi cittadini attivi e responsabili. E questo si può fare anche a Castel Volturno se scatta un poco di collaborazione tra istituzioni, cittadini, associazioni ed imprese.

Cordialmente.
Pasquale Iorio FTS Casertano

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *